HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
La Giovane Italia

Vincenzo Millico, l'Insigne del Toro in missione per lo scudetto

La Giovane Italia vi porta alla scoperta dei nuovi talenti del calcio italiano, raccontandovi ogni giorno, alle 8:45, un profilo pronto a spiccare il volo nel calcio dei grandi
01.06.2019 08:45 di La Giovane Italia   articolo letto 6348 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Esistono stagioni magiche, in cui tutto sembra possibile e puoi toccare il cielo con un dito. Ed è proprio in quei casi che gli schiaffi della realtà fanno più male, perché rendono il risveglio dal sogno molto più brusco del solito. Queste emozioni Vincenzo Millico le ha vissute sulla sua pelle, in un 2018-19 nel quale non è mancato proprio niente al giovane talento del Torino. Un’annata perfetta fino alla fine di febbraio, seguita da tre mesi di tenebre che necessitano di un bagliore di quelli davvero luminosi per essere definitivamente allontanate.

Sogno o son desto? - L’attaccante classe 2000 è esploso in tutte le sue potenzialità, in una prima parte di stagione da far brillare gli occhi. Attaccante capace di ricoprire tutti i ruoli del reparto avanzato, dotato di una tecnica sopraffina e di un destro mortifero in grado di fare male da ogni posizione, Millico si è ben presto rivelato fuori categoria per il campionato Primavera 1. Alle doti tecniche ha infatti aggiunto, col completamento del proprio percorso di crescita, una struttura fisica che gli permette di fare a fette le difese avversarie con accelerazioni brucianti e repentini cambi di direzione. Trascinatore indiscusso della Primavera granata, che ha messo in bacheca la supercoppa battendo ai rigori l’Inter campione d’Italia, Millico si è affacciato prepotentemente alle porte della prima squadra forte dei 26 gol messi a segno in poco più di metà stagione. Il 23 febbraio 2019, allora, è arrivato il momento del suo battesimo nel calcio dei grandi. Walter Mazzarri gli ha regalato la gioia dell’esordio in Serie A negli ultimi minuti del match casalingo contro l’Atalanta, tra gli applausi di incoraggiamento dei tifosi già innamorati del talento che aveva iniziato la sua avventura calcistica con la maglia della Juventus, per poi trasferirsi giovanissimo nel vivaio granata.

Missione rilancio – Due giorni dopo il debutto nella massima serie, però, l’annata di Vincenzo si è ribaltata di 180°. L’infortunio al bicipite femorale subìto in Primavera contro il Milan lo ha tenuto ai box per due mesi esatti, costringendolo a saltare due momenti cruciali della stagione: il Torneo di Viareggio e la fase élite di qualificazione all’Europeo Under 19. Senza il suo cannoniere, anche la Primavera del Torino si è smarrita, riuscendo comunque a chiudere al quarto posto la regular season e guadagnandosi così il preliminare delle finali scudetto contro la Fiorentina. Ed è proprio da qui che Millico vuole ripartire, riallacciando il filo di una stagione che non lo vede andare in gol dal 16 febbraio scorso, quando decise il derby giovanile con la Juventus. In palio ci sono ancora un sogno scudetto da poter cullare, oltre a un posto sull’aereo che porterà in Armenia la Nazionale Under 19 che si giocherà l’Europeo di categoria il prossimo luglio. Per Vincenzo è arrivato il momento di tornare protagonista: serve un lampo dei suoi per illuminare un finale di stagione che può essere tutto da vivere, accendendosi con i colpi del Lorenzo Insigne granata.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie La Giovane Italia

Primo piano

Roma, la sfortuna si accanisce: lo score dei ko è da brividi Tredici in dieci partite. Uno score che, stessimo parlando di un centravanti, racconterebbe un inizio di stagione da favola, ma che invece rapportato ai primi mesi della stagione della Roma, fa riferimento ad un’emergenza infortuni che non vuole proprio saperne di spegnersi. La squadra...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510