Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / lazio / Rassegna stampa
Lazio, il ritorno di Romagnoli: il biancoceleste è stato la sua cura
martedì 29 novembre 2022, 08:30Rassegna stampa
di Lalaziosiamonoi Redazione
per Lalaziosiamonoi.it
fonte Niccolò Di Leo - Lalaziosiamonoi.it

Lazio, il ritorno di Romagnoli: il biancoceleste è stato la sua cura

Era un Romagnoli in netta difficoltà quello visto negli ultimi anni di Milan. Un difensore a pezzi fisicamente e anche moralmente, con grandi difficoltà nel provare a rilanciarsi. Limitato dai tanti infortuni era finito ormai in fondo alla lista dei difensori, nonostante fosse il capitano dei rossoneri, e la considerazione di Pioli verso di lui sembrava essere in calo. Poi la Lazio. In estate Romagnoli ritorna nella Capitale, a casa sua: stavolta in quella parte del Tevere da lui tanto amata fin da bambino. Il bianco e il celeste si sono rivelati la sua cura dal malanno rossonero e quello visto nella prima parte di stagione è un Romagnoli che non si vedeva da tempo.

E' rinato e lo confermano anche i numeri. Le tredici partite da titolare sono la prova di come, anche a livello fisico, sia tornato a stare bene e a garantire continuità a Sarri. Il tecnico da quando è arrivato, lo ha messo al lavoro e in poche settimane Romagnoli era già diventato il leader della difesa che stava nascendo. Le sue prestazioni, i suoi numeri, parlano chiaro: si è ritrovato, è ripartito. Come riporta la consueta rassegna stampa di Radiosei, a confermare la rinascita sono: i 18 palloni intercettati, le 51 respinte difensive, come nessuno nella rosa della Lazio; mentre solo Marusic ha completato più passaggi di lui (614 contro 651), confermandosi anche come uno dei registi di questa squadra.

In estate Romagnoli ha fatto una scelta forte, ha rifiutato anche offerte più importanti, pur di giocare per la Lazio. Oggi il suo sogno è realizzato. Veste l'aquila sul petto e ha già messo in rete il primo pallone, esultando sotto la Nord, come solo nei suoi sogni aveva fatto. La Lazio è stata il suo antidoto per quelle difficoltà che lo tartassavano e, forse, sarà sempre lei a riportarlo verso l'Azzurro, verso la tanto ambita Nazionale.