HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » napoli » Le Interviste
Cerca
Sondaggio TMW
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

Sacchi: "Il Napoli negli ultimi anni ha fatto più di quanto poteva, ma la storia di un club incide..."

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Arrigo Sacchi, ex allenatore, che ha risposto anche sulla situazione in casa Napoli.
15.11.2019 23:40 di Redazione Tutto Napoli.net    per tuttonapoli.net   articolo letto 226 volte
Sacchi: "Il Napoli negli ultimi anni ha fatto più di quanto poteva, ma la storia di un club incide..."
© foto di Chiara Biondini

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Arrigo Sacchi, ex allenatore, che ha risposto anche sulla situazione in casa Napoli: "Di quella coppa degli immortali resta il riconoscimento della Uefa: il Milan è stato riconosciuto come la squadra più forte e questa forza veniva dal vivaio. Se la vittoria non è corredata dai valori, dall'amalgama, dal divertimento, dalle idee e dal coraggio restano solo gli almanacchi. Vincemmo una partita decisiva il 1 maggio del 1988 però il pubblico di Napoli dimostrò di essere molto più evoluto della maggior parte degli italiani perchè applaudirono e lo fecero perchè vincemmo con i valori. Per noi vincere senza merito non era una vittoria.

Ancelotti è uno dei più grandi allenatori del mondo, il migliore in assoluto che ho conosciuto, il calcio però è difficile perchè tocca tanti componenti. Il club con la sua storia, le sue idee, le sue regole e la sua visione viene prima della squadra e la squadra viene prima di ogni singolo. Il Napoli negli ultimi anni ha fatto più di quanto poteva perchè in 4 anni è arrivato 3 volte secondo ed ha fatto un capolavoro perchè parliamo di una società che non ha una grande storia e la storia incide perchè dà un'autorità morale. Il secondo posto è un risultato straordinario eppure sembrava non lo fosse. Quando formi una squadra, il più grande errore che puoi commettere è tenere dei giocatori che restano mal volentieri: devi essere bravo e attento a mandarli via. Ho fatto il direttore tecnico a Parma e ricordo che dopo il crollo della Parmalat dovevamo vendere e vendemmo tanti giocatori, ma tenemmo Gilardino perchè pensavamo potesse aiutarci. Alla fine ci aiutò, ma se fosse rimasto col muso sarebbe stato meglio mandarlo via". 


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Napoli

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510