HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » napoli » Copertina
Cerca
Sondaggio TMW
Qual è il vostro miglior acquisto dopo il primo trimestre?
  Muriel (Atalanta)
  Nainggolan (Cagliari)
  Ribery (Fiorentina)
  Lukaku (Inter)
  De Ligt (Juventus)
  Hernandez (Milan)
  Kulusevski (Parma)
  Lozano (Napoli)
  Smalling (Roma)
  Caputo (Sassuolo)

Silver Mele a TN - Ancelotti si dissocia da chi tira indietro la gamba, corso di ADL mai così a rischio

Silver Mele a Canale 8 conduce la trasmissione #NeParliamoIlLunedì e la striscia quotidiana #LineaCalcio
04.12.2019 07:40 di Redazione Tutto Napoli.net    per tuttonapoli.net   articolo letto 341 volte

Gli interrogativi che divengono perfino esercizio stucchevole. Ci pensa il Bologna ad amplificarli spazzando via come un uragano le buone sensazioni di Liverpool. Quelle che avevano fatto pensare al risveglio del Napoli, disposto a conciliare con sanzioni e intendimenti del patron De Laurentiis e a sottoscrivere il patto d'onore con vista sulla prossima Champions. Il furore agonistico e l'organizzazione del Bologna hanno invece prevalso sul passo lento, prevedibile di una squadra che resta prigioniera delle sue stesse incertezze. E di quei dissapori deflagrati circa un mese fa nell'ammutinamento post Salisburgo.

La Champions è evidentemente storia a parte, che si autoalimenta in termini di motivazioni. La muraglia di Anfield ne è stato perfino manifesto perchè difendersi con il coltello tra i denti può talvolta anche bastare. La premessa affinchè si materializzasse il cambio di passo in campionato, laddove non si vince dallo scorso 19 ottobre, non poteva certo prescindere dalla fame che un gruppo con poche idee e meccanismi mal oliati deve rivendicare, urlando in testa all'avversario di turno. Invece il Napoli è svanito, polverizzato, con la testa altrove e una marea di incongruenze.

Il mercato sopravvalutato, gli infortuni e le mancate risposte di alcuni lungodegenti, le questioni contrattuali sospese e un assetto tattico di riferimento che di fatto non c'è inducono Ancelotti a varare con il Bologna il 4-3-3. Nel quale: Maksimovic diviene terzino con obbligo di crossare, destinando Di Lorenzo al lato mancino, Fabian è mezzala e nella ripresa affiancato da Zielinski nel 4-2-4 che si apre alle ripartenze rossoblu, Callejon e Mertens in panca. 19esima formazione diversa in altrettante uscite enigmatiche. Solo per il belga c'è il campo negli ultimi venticinque minuti in cui rimpiazza Elmas: la palla match gli capita sui piedi ed è paradossalmente l'ultima buona prima che Sansone metta la freccia. La sensazione diffusa è quella di un incedere anarchico nel quale neppure si prova a spingere oltre i propri limiti.

Perchè forse non ci si crede, perchè forse il Napoli tutto si è logorato incartandosi incredibilmente, nell'anno che doveva essere delle certezze. E che comunque offre tra poco più di una settimana il pass da cogliere per gli ottavi di Champions. Ancelotti che si dissocia da quanti continuerebbero a tirare indietro la gamba definisce la tristissima serata di Fuorigrotta, in un invito all'equa distribuzione dei demeriti. Mai prima d'ora il corso De Laurentiis era stato tanto a rischio.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Napoli

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510