HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Nato Oggi...

Omar Sivori, primo oriundo e vizio per il calcio secondo Agnelli

02.10.2018 05:00 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 7326 volte

L'oriundo per definizione. Ai tempi della Juventus, Gianni Agnelli per definire Omar Sivori usò queste parole: "E' più di un fuoriclasse. Per chi ama il calcio è un vizio". Questo giusto per far capire quale fosse la classe dell'italo-argentino nato calcisticamente nel River Plate. E dopo una serie di successi con i Millonarios, la Juventus fiutò l'affare e lo portò a Torino. Causando fra l'altro una sorta di declino sportivo del club argentino visto che nei successivi 18 anni non arrivò neanche un successo. Dal '57 al '65 indossò la maglia bianconera e formò con Boniperti e Charles uno dei tridenti più forti di sempre. Calciatore dalle spiccate qualità tecniche, grazie alle sue magie juventine vinse il Pallone d'Oro nel 1961. Nel '65 passò al Napoli di Altafini, dove rimase per 3 stagioni, fino al 1968, anno del suo ritiro.
Particolare anche la sua carriera in Nazionale. Fino al '57, anno del suo arrivo in Italia, giocò (e vinse) con l'Argentina. Ma dal '61 al '62 si contano anche 9 presenze con la maglia dell'Italia. Chiuso col calcio giocato divenne allenatore e guidò Rosario Central, Estudiantes, Argentina e Racing Club.
Negli ultimi anni di vita tornò a vivere in Argentina nella casa di San Nicolas de los Arroyos, chiamata 'La Juventus' in onore della Vecchia Signora. E lì morì nel febbraio del 2005.
In carriera ha vinto tantissimo: oltre al Pallone d'Oro, 3 campionati argentini, 3 campionati italiani, 3 Coppa Italia, 2 Coppa delle Alpi e una Coppa America.
Oggi sono passati 83 anni dalla sua nascita.
Sono nati oggi anche Giuliano Sarti, Lucas Castroman, Ciprian Marica, Michy Batshuayi, Roberto Firmino, Alisson Becker e Pawel Jaroszynski.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

...con Lupo “La Juventus, quest’anno in particolare, affronta tutte le partite col giusto piglio e senza considerarle facile o difficili”. Così a TuttoMercatoWeb l’ex direttore sportivo del Palermo, Fabio Lupo. Lo Young Boys è avversario abbordabile. “Rappresenta un campionato più piccolo,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->