HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Nato Oggi...

Roberto Baggio, il Divin Codino che ha fatto la storia del calcio italiano

18.02.2018 05:00 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 10785 volte
© foto di Federico De Luca

Roberto Baggio, il giocatore reputato da molti il più forte calciatore italiano di tutti i tempi, capace di vincere il pallone d'Oro nel 1993 e inserito in tantissime classifiche che lo incoronano come uno dei più grandi di sempre insieme ai vari Maradona, Pelè ed Eusebio. È il settimo realizzatore di sempre nel campionato di Serie A con 205 gol, preceduto da Piola, Totti, Nordhal, Meazza, Altafini e Di Natale. Nella sua carriera ha vestito le maglie di Vicenza, Fiorentina, Juventus, Milan, Bologna, Inter e Brescia vincendo due Scudetti, una Coppa Italia e una Coppa UEFA. Con la maglia della Nazionale italiana il Divin Codino è arrivato terzo al Mondiale in Italia del 1990, ma soprattutto secondo nel 1994 negli Stati Uniti, trascinando l'Italia fino alla finale contro il Brasile con la doppietta alla Nigeria agli ottavi, la rete alla Spagna ai quarti e i due gol alla Bulgaria in semifinale, prima di fallire il rigore decisivo contro i verdeoro. Un giocatore formidabile, capace di fare la differenza fino alla fine della sua carriera, senza tuttavia vincere ciò che si sarebbe realmente meritato. Oggi Baggio compie 51 anni e resterà per sempre nel cuore di tutti gli amanti del calcio, che nel giorno del suo addio ai campi hanno capito di aver perso uno dei migliori talenti mai visti nella nostra Serie A.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Rassegna stampa

Primo piano

Andrea Bosco: la Juve che verrà In porta il polacco sarà titolare. Il suo secondo sarà Perin. Di Buffon sapete. Terzini: l'infortunio di Spinazzola complica le cose. Asamoah ha preferito il “rialzo” dell'Inter. Lo svizzero ha chiuso con un anno di ritardo dopo essersi ancora una volta reso utilissimo . Resterà...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy