HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Nato Oggi...

Zlatan Ibrahimovic, il Dio dei campionati con l'ossessione Champions

03.10.2018 05:00 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 14324 volte
© foto di Imago/Image Sport

440 gol in 753 partite con le squadre di club, 62 in 116 con la maglia della Nazionale svedese. Questo il bottino della carriera, fino a questo momento, per Zlatan Ibrahimovic. Una storia sportiva ricca di successi quella del 'Dio', come si è spesso autoproclamato l'attaccante. Ma che deve convivere con l'ossessione chiamata Champions League, visto che non è mai riuscito a vincerla. Nato a Malmo, ha iniziato a giocare tra i professionisti nella squadra della sua città, prima di trasferirsi all'Ajax nel 2001 e successivamente iniziare la sua avventura in Italia con la maglia della Juventus. Dopo lo scandalo legato a calciopoli il passaggio, molto discusso, all'Inter, dove rimase per tre stagioni mettendo a segno 66 reti in 117 gare. Nell'estate del 2009 fu il Barcellona a puntare su di lui ma lo scarso feeling con Pep Guardiola lo costrinse a lasciare i blaugrana per tornare in Serie A, questa volta con la maglia del Milan. Nel 2012 poi il passaggio al Paris Saint Germain dove rimase per quattro anni. Quindi l'avventura al Manchester United, i gol inglesi, la rottura del legamento del ginocchio e altri tre successi, compresa l'Europa League contro il 'suo' Ajax. Chiusa la parentesi britannica, lo svedese ha scelto di volare negli States per incantare il pubblico sostenitore dei Los Angeles Galaxy. Con la franchigia statunitense lo svedese ha continuato a fare ciò che ha sempre fatto in carriera, ovvero segnare gol. Spesso e volentieri di pregevole fattura. E oggi sono 20 le reti realizzate in 24 apparizioni californiane. Il suo palmares, come detto, è molto ricco e vanta: due Eredivisie, una Coppa e una Supercoppa d'Olanda, cinque Scudetti, di cui uno revocato, tre Supercoppe italiane, una Liga spagnola, due Supercoppe di Spagna, quattro Ligue 1, due Coppe e tre Supercoppe di Francia, una Community Shield, una Supercoppa UEFA, una Coppa del mondo per club, una coppa di Lega inglese e una Europa League. Anche se, come detto, all'appello manca (e mancherà per sempre) il trofeo per Zlatan più prestigioso, ovvero la Champions League. Oggi Ibra compie 37 anni.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Champions League, ultimo turno: tutti i verdetti della serata Di seguito tutti i risultati, le classifiche e i verdetti del martedì di Champions League che ha visto la chiusura di quattro gironi. Serata nera per le italiane, con Inter e Napoli eliminate per mano di due squadre inglesi. Il Borussia Dortmund al fotofinish finisce davanti all'Atlético...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->