Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
tmw / nazionali / Under 21
Nicolato: «Partita difficile. Trasformeremo le assenze in un punto di forza»
lunedì 29 marzo 2021 18:00Under 21
di Alessandro Paoli
per Tuttonazionali.com
fonte Zoom FIGC

Nicolato: «Partita difficile. Trasformeremo le assenze in un punto di forza»

Il CT dell'Under 21 azzurra ha parlato durante la conferenza stampa odierna svoltasi presso lo Stadion Ljudski vrt di Maribor

Paolo Nicolato, Commissario Tecnico dell'Italia Under 21, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni durante la conferenza stampa svoltasi quest'oggi, lunedì 29 marzo, alle ore 14:00 alla vigilia della 3ª ed ultima giornata del Gruppo B della fase a gironi della fase finale della UEFA European Under-21 Championship Hungary-Slovenia 2021 in programma domani, martedì 30 marzo, alle ore 21:00 presso la sala stampa dello Stadion ob jezeru di Velenje (Slovenia):

«Sarà una partita difficile - dichiara il CT azzurro - loro giocano in casa e sanno di essere molto seguiti dai media locali. Per la Slovenia è una situazione irripetibile, è una squadra che difficilmente subisce gol e che ha uno spirito patriottico con calciatori di gran temperamento».

«Ci sono rimasti 15 giocatori di movimento - prosegue Nicolato -, dieci più i cinque cambi, non abbiamo molte soluzioni e ci dispiace. Contro la Spagna ci sono stati momenti di nervosismo da non giustificare, ma poi ci sono stati episodi un po' gratuiti. Rimango sui fatti, a mio avviso i contatti che abbiamo avuto noi non erano duri, non credo che una mano pesante aiuti lo spettacolo. Sono favorevole alle espulsioni meritate, ma per la stragrande maggioranza dei casi i falli sono stati cose esagerate. Non va bene nè il troppo e né il troppo poco. Questa competizione non deve essere usata come progetto pilota, il contatto fisico fa parte del nostro sport e devono essere punite le situazioni antisportive e violente. Bisogna anche dare un peso a ciascun episodio, un tocco con la mano non può essere trattato come una gomitata».

Sulle numerose assenze tra le fila azzurre: «Trasformare le assenze in un motivo di unità del gruppo e di forza. Non voglio sapere il risultato dell'altra partita, dobbiamo pensare solamente alla nostra sfida. Tutto il resto può solo disturbarci, alla fine tireremo le somme».

Sulle dichiarazioni di Luis de la Fuente Castillo, selezionatore Spagna U21, nel post partita contro gli Azzurrini (Spagna U21 vs Italia U21 0-0, 27 marzo 2021): «Credo sia fuori strada passione e aggressività sono dei valori che chiedo alla mia squadra, ma non ho visto interventi violenti nei confronti degli spagnoli. Anzi, ho visto gli avversari accentuare alcune situazioni. Da quattro anni la sua squadra segna gol a tutti e contro di noi ha calciato in porta solo in superiorità numerica. Forse ci è rimasto male per questo motivo. Le espulsioni di Tonali (AC Milan, ndr) e Rovella (Genoa CFC, ndr) sono state giuste e non le possiamo giustificare. Ma non siamo mai stati cattivi e questa situazione inizia a pesare in termini di giudizio arbitrale».

Sull'attaccante, classe '98, Patrick Cutrone del Valencia CF: «Lo spero, se lo merita, è un paio di anni che gioca poco e questo non lo aiuta. Ma ha grande voglia di fare ed è generoso».

Sul centrocampista, classe '98, Manuel Locatelli dell'US Sassuolo Calcio e del suo 1° gol con la maglia della Nazionale A del CT Roberto Mancini (Bulgaria vs Italia 0-2, 28 marzo 2021): «Sono legato a Locatelli da una stima nata non tanto dalla durata del nostro rapporto, nel primo anno delle qualificazioni è stato il capitano e ci ha dato una grossa mano ad essere qui, ma perché possiede quei valori che ti portano ad arrivare dove è arrivato lui. Parliamo di un ragazzo con un'intelligenza sopra la media, non solo calcistica che rimpiando di aver "perso" così presto non solo per il suo valore tecnico, che è elevato, quanto per il suo valore umano, che mi dava e ci dava degli stimoli importanti. Sono contento che abbia avuto la soddisfazione di segnare il suo primo gol in Nazionale A (il 2-0 contro la Bulgaria, ndr) perché se lo merita. Ha saputo ricostruirsi dopo un momento di flessione perché è un ragazzo estremamente intelligente. Non era facile ma grazie alle sue qualità è riuscito a farlo».

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000