Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / parma / Editoriale
Tante uscite per un tesoretto importante: le cessioni potrebbero fruttare al Parma quasi 40 milioniTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
sabato 10 luglio 2021, 16:44Editoriale
di Vito Aulenti
per Parmalive.com

Tante uscite per un tesoretto importante: le cessioni potrebbero fruttare al Parma quasi 40 milioni

"Adesso pensiamo alle uscite. Vi assicuro che c’è tanto interesse attorno ai nostri giocatori, ma se andranno via partiranno alle nostre condizioni, non a quelle che chiedono gli altri: abbiamo questa forza e possiamo permetterci questa autonomia", ha ribadito Javier Ribalta in una intervista rilasciata qualche giorno fa, lasciando intendere che il Parma cederà i propri tesserati solamente di fronte a offerte congrue, possibilmente non in prestito. E allora, facendo riferimento alle cifre riportate da Transfermarkt, ho giocato a fare il direttore sportivo del Parma, calcolando l'ipotetico tesoretto che potrebbe derivare dalla vendita di quei giocatori che, almeno in teoria, sembrano destinati a lasciare il Ducato.

Hernani è quello che potrebbe fruttare più denaro al club di Krause (6,5 milioni): del resto nell'ultima stagione, malgrado la retrocessione della squadra, il brasiliano si è ben comportato, mettendo a referto 7 reti e 3 assist. Un bottino mica male. A seguire, Pezzella (seguito da top club come Porto, Lazio, Atalanta e Milan), Cornelius e Karamoh, tutti e tre valutati 6 milioni di euro dal sopraccitato sito specializzato. E poi ci sono gli "epurati" Grassi e Sepe, le cui cessioni permetterebbero agli emiliani di incassare complessivamente 8 milioni: un gruzzoletto interessante, seppur inferiore rispetto alle cifre spese a suo tempo dagli emiliani per strappare i due ragazzi al Napoli. Considerando infine l'addio di Alastra (ceduto proprio oggi al Foggia) e le probabili partenze di Dini, Gagliolo, Laurini, Kurtic, Simonetti, Sprocati, Da Cruz, Nocciolini e Siligardi, il Parma potrebbe racimolare un tesoretto complessivo di circa 40 milioni: una cifra importante che, almeno in parte, potrebbe essere reinvestita per completare la rosa gialloblù. Tutto ciò, ovviamente, solo sulla carta: come ben sappiamo, infatti, il mercato, soprattutto quello in uscita, nasconde sorprese e insidie difficili da prevedere. E allora affidiamoci a chi il mercato lo farà sul serio, certi che con la loro esperienza e le loro capacità riusciranno ad ottenere il meglio possibile per il Parma.