HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » pisa » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
Niente Premier per Dybala: dove andrà adesso la Joya?
  Resterà alla Juventus con Sarri
  Andrà all'Inter in coppia con Lukaku
  Al PSG per l'eredità di Neymar
  A una grande di Spagna, Real o Barcellona
  Al Bayern Monaco in Bundesliga

Luca D'Angelo: "Cercheremo di salvarci giocando bene"

15.07.2019 13:30 di Marco Pieracci    per tuttopisa.it   articolo letto 83 volte

Sulla Gazzetta dello Sport in edicola oggi lunga intervista al tecnico del Pisa Luca D'Angelo, pronto per la sua prima esperienza in B: "Certo, ci ho messo un po’ di tempo ad arrivare qui. Sono stato fortunato a poter iniziare ad allenare subito a Rimini, dove ho lasciato il cuore: due promozioni da giocatore, poi due successi in panchina. Ho fatto tutte le tappe, girando tanto. Mi è andata male solo a Bassano, con un esonero comunque non meritato. Ma ricordo anche Alessandria: sono arrivato che eravamo quintultimi e siamo finiti terzi salendo nella Lega Pro unica. Ho fatto anche due esperienze molto formative ad Andria e Caserta: al Sud avevo giocato, ma adesso tutto è cambiato, non c’è più soltanto agonismo. Sono molto serio sul lavoro e un po’
orso solo per l’aspetto fisico. Con gli amici penso di essere simpatico, magari chi non mi conosce mi trova antipatico. Se mi danno un compito io vado vicino a risolverlo. A me piace giocare all’attacco! In B ci sono arrivato sul campo, meglio così. Abbiamo fatto un girone di ritorno strepitoso, A parte i risultati, che sono la cosa più importante, abbiamo sempre dimostrato superiorità sugli avversari, anche nella finale con la Triestina. Se si gioca bene è più facile vincere. E io divento nervoso se giochiamo male e vinciamo. Alla lunga se giochi bene si vince, lo ripeto sempre. A parte Messi non ci sono giocatori che spostano una partita. Il calcio è collettivo e organizzazione, non credo all’uomo solo al comando, nel calcio e anche fuori. Doppio salto? Non abbiamo quel pensiero, sarebbe poco rispettoso. L’ultima volta che il Pisa è salito in B è sceso subito. Di sicuro cercheremo di salvarci giocando bene, solo così potremo limare le differenze dagli altri. D’accordo con società abbiamo confermato il blocco che ci ha portato in B. Abbiamo preso Aya e Belli che ci completano, ma qualcun altro arriverà. I nostri tifosi sono un patrimonio da sfruttare, così come i valori della società, molto seria: essere in pochi a ragionare è un vantaggio".


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Pisa

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510