HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » pisa » Primo Piano
Cerca
Sondaggio TMW
Niente Premier per Dybala: dove andrà adesso la Joya?
  Resterà alla Juventus con Sarri
  Andrà all'Inter in coppia con Lukaku
  Al PSG per l'eredità di Neymar
  A una grande di Spagna, Real o Barcellona
  Al Bayern Monaco in Bundesliga

Il Pisa tra i cadetti: Dal rinvio di Taranto al tris con il Monza

10.08.2019 14:00 di Andrea Chiavacci    per tuttopisa.it   articolo letto 59 volte

Dal pari con il Foggia al 3-0 al Monza nella giornata che introduce le tre sostituzioni e il quarto uomo. Ripercorriamo gli esordi del Pisa in B dal 1969 al 1989. 
Un inizio posticipato. Il sogno della A dura una sola stagione. Il Pisa del presidente Giuseppe Donati torna subito in B e si affida al nuovo allenatore Lauro Toneatto. Il calendario propone alla prima giornata la lunga trasferta di Taranto, ma la partita viene rinviata in attesa della decisione definitiva sulla riammissione in B dei pugliesi. L'esordio diventa quindi la sfida casalinga con il Foggia del 21 settembre 1969. Capitan Barontini sblocca la gara dopo appena 8 minuti, ma a fine primo tempo Mola segna il definitivo 1-1. Per la cronaca il Taranto sarà ammesso in B e la partita sarà recuperata il 9 novembre, nella domenica di sosta,  con vittoria del Pisa per 2-0 con rigore di Baisi e sigillo finale di Barontini. La stagione 1970-71 inizia con cattivi presagi in casa della favorita alla promozione Mantova. Non c'è storia. I virgiliani si impongono 2-0 con un gol per tempo di Tosi e Biasig, su rigore, rendendo molto amaro il ritorno sulla panchina nerazzurra di Umberto Mannocci. A fine stagione Mantova in A e Pisa in C.
Pescara portafortuna. Solo con l'avvento di Romeo Anconetani il Pisa torna in B alla fine degli anni Settanta. Nella stagione 1979-80 la prima assoluta è uno 0-0 all'Arena contro la Spal, ripetuto 12 mesi più tardi da un altro pari a reti bianche con il Verona. L'anno della svolta è il 1981-82 con Anconetani che affida la panchina ad Aldo Agroppi. Il terzo esordio consevcutivo in casa mete i nerazzurri di fronte al Pescara. Il primo tempo è equilibrato, poi nella ripresa si scatenano i nerazzurri che si impongono 3-0 con le reti di Casale, Todesco e Bertoni. Tre dei protagonisti assoluti del ritorno in A dopo 13 anni. Tre anni più tardi è sempre il Pescara a tenere a battesimo il Pisa, appena retrocesso dalla B, del nuovo allenatore Gigi Simoni. Stavolta il successo è di chiara impronta nord europea grazie ai gol di Kieft e Berggreen. Un 2-0 netto che dà il via a una serie dii 16 risultati utili di fila, un record per i nerazzurri a livello di B, ed è il prologo a una stagione strepitosa. Anche stavolta sarà di nuovo Serie A impreziosita dal primo posto a pari merito con il Lecce. 
Si perde e si vince, ma è sempre Serie A. L'estate 1986 è segnata dal mancato ripescaggio in A. La tifoseria nerazzurra contesta la Lega calcio e la Figc per la riammissione in A dell'Udinese, partirà da -9, mentre la squadra, affidata di nuovo a Simoni, deve fare i conti con un mercato cambiato in corsa. Non si possono tesserare nuovi stranieri in B, quindi l'austriaco Walter Schachner, appena acquistato dal Torino, passa all'Avellino. All'esordio il Pisa ospita la neopromossa Modena, già affrontata in Coppa Italia ( 2-2), ancora scosso dalle vicende estive. All'inizio del secondo tempo i canarini partono forte e vanno in gol con il centrocampista Longhi e con l'attaccante Frutti. E' uno 0-2 che fa male. Pochi, in quel momento, credono in una nuova, fantastica, promozione in A. Di tutt'altro segno è l'esordio del 27 agosto 1989 contro il Monza. Un'inizio di stagione anticipato per gli imminenti mondiali di Italia 90 che vede il debutto del Pisa di Luca Giannini candidato all'immediato ritorno in A.  Quella con i brianzoli è la prima gara con tre sostituzioni e con il quarto uomo. Non c'è partita: gol di Piovanelli al 29', destro a girare di Been e 3-0 finale di Cuoghi con pallonetto in corsa. E' l'inizio di una cavalcata che porterà di nuovo il Pisa al piano superiore con 51 punti, secondo posto dietro al Torino, che è il record nerazzurro nell'era dei due punti a vittoria.
(fine seconda parte- continua) 


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Pisa

Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510