HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Atalanta-Shakhtar, le probabili formazioni: Gomez in dubbio, Muriel c'è

01.10.2019 06:06 di Patrick Iannarelli  Twitter:    articolo letto 4014 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Togliersi definitivamente dalla testa la prima giornata di Champions League, per poter iniziare a giocare senza nessun peso sullo stomaco. L'Atalanta può e deve dimostrare il proprio valore, senza mettere in discussione più nulla. Nella notte di San Siro la squadra di Gasperini cercherà di cancellare definitivamente la sconfitta di Zagabria, magari conquistando punti che potrebbero dare molto dal punto di vista del morale.

Non sarà una gara semplicissima, anche perché ci sono molti aspetti da considerare, tra cui l'effetto di giocare ancora una volta fuori casa, in uno stadio imponente: ma come detto dallo stesso allenatore nerazzurro in conferenza le gambe non devono più tremare. Di fronte ci sarà una squadra che sa come giocare queste partite, una compagine in grado di imporre il proprio gioco anche in Europa. Questa volta non bisognerà cedere nemmeno un centimetro, perché l'Atalanta vuole risorgere. Anzi, deve rialzarsi. Per cancellare Zagabria, ma soprattutto per dimostrare che nessuno arriva in Champions League per caso.

COME ARRIVA L'ATALANTA - I nerazzurri si sono allenati ieri pomeriggio a Zingonia e scenderanno nuovamente in campo questa mattina. La notizia di giornata riguarda il Papu Gomez: il numero 10 ieri non si è allenato con il gruppo, ma ha svolto un lavoro in palestra. Al momento non ci sono ulteriori indicazioni, anche se lo staff medico farà di tutto per recuperarlo in vista della sfida di questa sera. Muriel non è al meglio, ma è arruolabile: il colombiano, salvo stravolgimenti, partirà dalla panchina.

Capitolo modulo. Al momento si va verso la conferma del 3-4-2-1, ma ci potrebbe essere anche una virata improvvisa vero il 4-2-3-1. Ad ogni modo in difesa ci sono diversi dubbi: Toloi, Kjaer e Palomino sono i tre candidati per andare a formare il pacchetto a protezione di Gollini, con Djimsiti e Masiello che potrebbero strappare una maglia nelle ultime ore. Gosens e Castagne andranno ad occupare le rispettive corsie, mentre De Roon e Freuler gestiranno le operazioni in cabina di regia. Zapata è l'unico attaccante sicuro di scendere in campo dal 1', con Ilicic e Malinovskyi (in caso di forfait di Gomez) a supporto. Non è esclusa la presenza dell'ucraino sulla trequarti, c'è anche l'ipotesi Muriel decentrato sulla sinistra da non scartare a priori. Gasperini, ad ogni modo, cercherà comunque di sperimentare poco e niente in una sfida importante come questa.

COME ARRIVA LO SHAKHTAR - Nove vittorie su nove partite giocate. In Ucraina c'è molta fiducia per questa squadra che continua a creare gioco e spettacolo, con 28 gol messi a segno nelle prime gare di campionato. La Champions League è tutta un'altra cosa, dunque bisognerà capire come la compagine ucraina riuscirà a reagire alla sconfitta subita contro il Manchester City. Castro dovrà fare sicuramente a meno di Khocholava e Butko, entrambi infortunati.

Il modulo di base dovrebbe essere il 4-2-3-1, anche se non è da escludere un 4-1-4-1. Ad ogni modo il tecnico portoghese si affiderà a Stepanenko in cabina di regia, con Patrick a supporto. Marlos, Taison e Konoplyanka possono alternarsi sulla trequarti, in questa zona l'unico dubbio rimane sulla destra: Tete e Solomon spingono per una maglia dal 1'. In difesa confermati Bolbat, Kryvtsov, Matviienko e Ismaily, con l'esperto Piatov tra i pali.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Probabili formazioni

Primo piano

...con Tesser “Stiamo facendo bene, ma la classifica è corta. Basta sbagliare una partita e sei risucchiato subito nella normalità. Guardiamo avanti con fiducia e umiltà, c’è da lavorare duro”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore della rivelazione Pordenone, Attilio Tesser. Classifica oltre...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510