HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Le probabili formazioni di AEK-Milan: Suso convocato, out in cinque

Fischio d'inizio alle ore 19:00. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!
02.11.2017 06:07 di Alessandra Stefanelli   articolo letto 4544 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Oggi giovedì 2 novembre alle ore 19:00 all’Olympic Stadium of Athens "Spiros Louis" andrà in scena il match AEK-Milan, gara valida per la quarta giornata della fase a gironi dell’Europa League. Sfida interessante per il primato del girone, visto che si affrontano la prima e la seconda forza del raggruppamento. L’AEK occupa al momento il secondo posto con cinque punti all’attivo. La formazione greca ha battuto all’esordio il Rijeka, inanellando poi due pareggi consecutivi contro Austria Vienna e Milan. Interessante soprattutto la prova offerta dalla formazione di Jimenez a San Siro, con almeno due parate decisive del portiere Anestis. Il Milan ha invece conquistato fin qui nel girone di Europa League 7 punti, frutto di due vittorie e un pareggio. I rossoneri hanno battuto Austria Vienna e Rijeka, incappando poi nello 0-0 interno contro i greci all’andata. Questa sfida potrebbe dunque chiudere del tutto o riaprire la corsa per il primo posto nel raggruppamento. I precedenti in totale tra le due squadre sono cinque: due i pareggi, due le affermazioni rossonere e un successo dell’AEK.

COME ARRIVA L’AEK - La formazione greca arriva da una vittoria per 1-0 contro il Panionios nell’ultimo turno del massimo campionato ellenico. La squadra di Jimenez al momento occupa il terzo posto in classifica con 17 punti, due in meno rispetto alla capolista Atromitos. Contro il Milan, il tecnico Manolo Jimenez dovrebbe apportare poche novità rispetto alla squadra vista a San Siro. Il dubbio principale riguarda la trequarti, priva del capitano Petros Mantalos, seriamente infortunatosi e indisponibile fino a primavera. Ajdarevic e Bakasetas si contendono un posto. Altra novità prevista è quella riguardante l'attacco. Con il delicato confronto d'alta classifica contro il PAOK alle porte, potrebbe riposare Marko Livaja. In vantaggio, rispetto al croato, l'argentino Sergio Araujo a comporre il tandem con la vecchia conoscenza del nostro calcio Lazaros Christodoulopoulos.

COME ARRIVA IL MILAN - I rossoneri stanno avendo in campionato un rendimento fin troppo altalenante. Dopo il successo col Chievo è arrivata una brusca battuta d’arresto in casa contro la Juventus. Vincenzo Montella dovrà rinunciare per infortunio a Biglia, Bonaventura, Calabria, Antonelli e Conti. In difesa davanti a Donnarumma agirà il terzetto composto da Musacchio, Bonucci e Romagnoli. A centrocampo Montolivo prenderà il posto di Biglia con Abate, Kessie e Borini, mentre Calhanoglou agirà alle spalle di Andre Silva e Cutrone. Suso è stato inserito tra i convocati, ma partirà sicuramente dalla panchina.

Le probabili formazioni

AEK Atene (3-4-1-2): Anestis; Bakakis, Tzanetopoulos, Vranjes; Galo, Simoes, Johansson, Lopes; Ajdarevic; Lazaros, Araujo. Allenatore: Jimenez
Milan (3-4-1-2): G. Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Romagnoli; Abate, Kessié, Montolivo, Borini; Çalhanoğlu; A. Silva, Cutrone. Allenatore: Montella.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

LIVE TMW - Elezioni FIGC, è il giorno di Gravina nuovo Presidente 09.29 - PARLA FABBRICINI "Sarebbe un bel segnale se Gravina passasse alla prima votazione". A dirlo è Roberto Fabbricini, presidente uscente della FIGC, su Gabriele Gravina come prossimo numero uno della Federazione. "Cosa non rifarei? Forse la B a 19, per le polemiche che ha scaturito" 09.18...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy