HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Le probabili formazioni di Cagliari-Juventus - Bianconeri in emergenza

Fischio d'inizio alle 21. Live, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!
02.04.2019 06:50 di Luca Chiarini   articolo letto 20306 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il traguardo è ad un passo. Quattro vittorie separano la Juventus dall'aritmetica conquista dell'ottavo Scudetto consecutivo. L'ultimo strappo, quello decisivo, per continuare a scrivere la storia e suggellare il predominio nazionale, in attesa dell'esame intercontinentale su cui incanalare eventualmente tutte le energie a giochi fatti in campionato. Nell'anticipo del turno infrasettimanale a Cagliari i bianconeri hanno nel mirino il ventiseiesimo successo in A, trend tritasassi che apre allo scenario quota cento punti al gong finale. "I rossoblù danno molta intensità, è uno stimolo per noi", ha sentenziato in conferenza Allegri, ben conscio delle insidie della contesa contro una formazione che storicamente ha nella Sardegna Arena un considerevole punto di forza. Sono infatti ventiquattro i punti raccolti tra le mura amiche dal Casteddu, a fronte dei trentatré complessivi accumulati fino ad ora. Strapotere Juve negli ultimi sette incroci nel capoluogo sardo, tutti vinti dalla Vecchia Signora con un bilancio di diciotto reti messe a segno e appena quattro subite. L'ultimo colpo degli isolani contro i bianconeri risale alla stagione 2009/2010, nel due a zero casalingo che porta le firme di Nenè e Matri.

COME ARRIVA IL CAGLIARI - Può sorridere Maran, che ha a disposizione la truppa al completo ad eccezione soltanto del lungodegente Lucas Castro. Non dovrebbero esserci cambiamenti sostanziali rispetto al convincente blitz di Verona: torna arruolabile Pavoletti, che prenderà il posto di Théréau al fianco di Joao Pedro. In difesa si rinnova il duello tra Srna e Cacciatore, con l'italiano sempre avanti. Ceppitelli il partner di Pisacane al centro della linea, con Luca Pellegrini a completare il quadro sul fronte opposto. Qualche nodo da sciogliere a centrocampo: Cigarini è in lieve vantaggio su Bradaric per la regia, due tra Faragò, Ionita e Padoin agiranno da incursori. Non rischia Barella, che farò ancora da raccordo a supporto del tandem.

COME ARRIVA LA JUVENTUS - Bianconeri in piena emergenza: sono ai box Perin, Barzagli, Spinazzola, Cuadrado, Douglas Costa e Cristiano Ronaldo, ai quali si è aggiunto nelle ultime ore il febbricitante Mandzukic. Scelte pressoché obbligate in ogni reparto: Bonucci guida la difesa con Caceres e Chiellini. De Sciglio (più di Cancelo) e Alex Sandro sulle corsie, Pjanic vertice basso, rifornito da Emre Can e Matuidi. Davanti altra chance per Kean, che duetterà con Federico Bernardeschi. Stephy Mavididi la possibile mossa a sorpresa a gara in corso: il giovane centravanti della Squadra B, acquistato la scorsa estate dall'Arsenal, è stato inserito da Allegri nel novero dei convocati.

Ecco le probabili formazioni:

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Cacciatore, Ceppitelli, Pisacane, Pellegrini; Padoin, Cigarini, Ionita; Barella; Joao Pedro, Pavoletti. A disposizione: Rafael, Aresti, Bradaric, Cerri, Birsa, Oliva, Lykogiannis, Faragò, Leverbe, Deiola, Despodov, Srna, Romagna, Théréau. Allenatore: Rolando Maran.

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Caceres, Bonucci, Chiellini; De Sciglio, Can, Pjanic, Matuidi, Alex Sandro; Kean, Bernardeschi. A disposizione: Pinsoglio, Del Favero, Cancelo, Rugani, Bentancur, Kastanos, Nicolussi Caviglia, Mavididi. Allenatore: Massimiliano Allegri.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Destro, un mese per provare a rilanciarsi e scrivere il proprio futuro La stagione di Mattia Destro fin qui è stata in chiaroscuro, anzi più scuro che chiaro. Con Filippo Inzaghi la scintilla non è mai scoccata, con il centravanti spesso e volentieri relegato in panchina e scavalcato nelle gerarchie da più o meno tutti gli altri attaccanti a disposizione...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510