HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Le probabili formazioni di Inter-Bologna - Dentro Rafinha, c'è Icardi

09.02.2018 06:38 di Antonino Sergi   articolo letto 19833 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport

Come se il tempo si fosse fermato a quel 9 dicembre, il pareggio a reti bianche sul campo della pluridecorata Juventus esattamente una settimana dopo alla straripante e convincente vittoria casalinga per 5-0 contro il Chievo. Ambiente nerazzurro in festa ed elettrizzato per la banda Spalletti che ha seminato il panico fino al periodo ridosso al Natale. Le due sconfitte consecutive contro Udinese e Sassuolo il campanello d'allarme fino alla striscia di cinque pareggi consecutivi arrivando ai due 1-1 subiti in rimonta contro avversari non irresistibili come Spal e Crotone. Crisi? Di risultati e di prestazioni sicuramente, urge rialzare il livello per non rischiare di finire per l'ennesimo anno fuori dalla Champions League in un campionato che adesso prevede quattro posti a disposizione. Abbandonate le velleità Scudetto, ipotesi balenata nella prima parte di stagione, adesso c'è da pensare all'ostacolo Bologna. A San Siro vietato sbagliare contro una squadra come quella di Donadoni che ha conquistato soltanto tre punti nelle ultime cinque giornate nella gara contro il Benevento. Senza Verdi i rossoblu vogliono uscire indenni da questa proibitiva trasferta anche se la distanza di dieci punti dalla zona retrocessione può far dormire più di qualche sogno tranquillo per Destro e compagni.

COME ARRIVA L'INTER - Luciano Spalletti conferma il 4-3-3 ritrovando l'elemento di spicco della rosa, Mauro Icardi infatti ieri si è allenato con i compagni e sarà a disposizione per la sfida contro il Bologna. Un recupero importante quello del bomber principe dei nerazzurri che rispedirà in panchina Eder, autore della rete contro il Crotone. Al fianco dell'argentino ci saranno Candreva ed un Ivan Perisic da ritrovare. Probabile maglia da titolare per Rafinha, l'ex Barcellona infatti è entrato con il piglio e la voglia giusta nell'ultima gara e potrebbe essere premiato dal tecnico per completare il centrocampo con Vecino e Borja Valero. In difesa ci sarà Joao Cancelo nel ruolo di terzino sinistro con D'Ambrosio sulla corsia opposta.

COME ARRIVA IL BOLOGNA - Anche Roberto Donadoni non rinuncia al suo 4-3-3 ma il dubbio permane per il ruolo di Verdi, con l'infortunio dell'ex Milan infatti il testimone passa a Di Francesco anche se non è da sottovalutare un impiego dal primo minuto di Orsolini. Ipotesi abbastanza remota invece prevede Dzemaili sulla linea degli attaccanti con l'inserimento di Donsah in mezzo al campo. Destro sarà il centravanti mentre è una partita speciale per Rodrigo Palacio che ritrova San Siro per la prima volta da ex. Cabina di regia affidata al cileno Pulgar mentre in difesa e lotta è lotta a due per una maglia, favorito Helander su Gonzalez per un posto al fianco di De Maio.

LE PROBABILI FORMAZIONI

INTER (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Cancelo; Rafinha, Vecino, Borja Valero; Candreva, Icardi, Perisic. A disposizione: Berni, Padelli, Santon, Ranocchia, Lisandro Lopez, Dalbert, Gagliardini, Brozovic, Pinamonti, Karamoh, Eder. Allenatore: Luciano Spalletti.

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, Helander, De Maio, Masina; Poli, Pulgar, Dzemaili; Di Francesco, Destro, Palacio. A disposizione: Santurro, Gonzalez, Torosidis, Krafth, Romagnoli, Crisetig, Donsah, Krejci, Falletti, Nagy, Avenatti, Orsolini. Allenatore: Roberto Donadoni.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Milan, i tesori di Galli: chi scommette su di lui? In un periodo storico non particolarmente felice per il Milan quanto a risultati e trofei ottenuti, ciò che può essere annoverato tra i meriti dell’organizzazione societaria rossonera è senza ombra di dubbio ciò che è stato costruito dal settore giovanile. Il Vismara è diventato una...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy