HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Le probabili formazioni di Juve-Inter - Dubbio modulo per Allegri

Fischio d'inizio questa sera alle ore 20.30. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!
07.12.2018 06:50 di Patrick Iannarelli   articolo letto 10888 volte
© foto di Federico De Luca

L'essenza di questa sfida non è facile da cogliere. Sarà sempre Juventus-Inter, sarà sempre il Derby d'Italia. Un incontro che alimenta un genere letterario ben distinto. Dal rigore su Ronaldo, fino al 5 maggio. Ma anche tanti altri episodi che hanno scandito una rivalità unica. Bianconeri e nerazzurri, ancora una volta contro: all'Allianz Stadium di Torino si apre la 15a giornata di serie A, Massimiliano Allegri e Luciano Spalletti si giocano molto nel giro di pochissimi giorni.

I padroni di casa vogliono assolutamente vincere, per mantenere il distacco in classifica e rituffarsi subito nella sfida di Champions League. Gli ospiti hanno una gara importantissima contro il PSV, ma l'idea di accorciare sui rivali di sempre solletica l'ambiente nerazzurro. Il destino delle due squadre, almeno nell'immediato futuro, è legato anche dalla competizione europea. Bisognerà gestire le forze e le risorse mentali. Ma vincere contro una rivale storica potrebbe dare una scarica di adrenalina, soprattutto in un periodo fitto di impegni. Lo scorso anno il match fece da spartiacque, chissà se anche quest'anno cambierà le sorti dei protagonisti. Juventus-Inter, ancora una volta contro. Ognuno con le sue ambizioni, ma con un unico obiettivo: prendersi l'intera posta in palio.

COME ARRIVA LA JUVENTUS – Un passo alla volta, per poter pensare partita dopo partita. Mister Allegri sa come gestire queste partite, ma soprattutto la pressione, vista l'importanza della sfida. Impegni ravvicinati da non sottovalutare, anche perché c'è qualche reparto ancora scoperto. In conferenza stampa il tecnico bianconero ha analizzato l'impegno di campionato con una chiave di lettura diversa, ma ovviamente teme i nerazzurri. I rivali sembrano aver fatto quel salto di qualità e l'allenatore toscano ha dimostrato di non sottovalutare mai nessuno. Indisponibili per il match Barzargli, Kean, Khedira ed Alex Sandro. Molti dubbi sul modulo, si parla anche di 4-4-2. In difesa ci sono pochi punti interrogativi: Szczesny va in porta, con Cancelo, Bonucci, Chiellini e De Sciglio a comporre la linea difensiva. In mezzo al campo Bentancur è da monitorare: qualche problema alla schiena, in caso di forfait è pronto Emre Can. Pjanic e Matuidi dovrebbero completare il reparto. In attacco spazio a Mandzukic, con Ronaldo sulla destra. Dubbio Dybala, l'argentino si gioca una maglia da titolare con Douglas Costa. In caso di centrocampo a quattro spazio a Cuadrado (al posto di Matuidi) con il brasiliano sulla corsia sinistra.

COME ARRIVA L'INTER – Coraggio e determinazione. Luciano Spalletti si gioca molto e le sue parole in conferenza stampa sono state chiarissime. Il tecnico di Certaldo conosce percepisce l'importanza dei prossimi due impegni, soprattutto in Champions League. Un momento davvero importante per i nerazzurri, che dovranno misurare il loro grado di preparazione contro un avversario complesso, sotto tutti i punti di vista. Una vittoria contro una grande rivale può darti quella carica giusta per affrontare al meglio l'ultima sfida del girone. Il futuro dei nerazzurri passa ancora una volta dal terreno di gioco delll'Allianz Stadium. Nainggolan e Dalbert non sono disponibili: nonostante l'assenza del belga il modulo non cambia. Handanovic va in porta, Skriniar e De Vrij partiranno dal primo minuto. Asamoah è sicuro di un posto sulla sinistra, mentre D'Ambrosio è favorito su Vrsaljko. Dubbi in mezzo al campo, l'unico sicuro di una maglia è Brozovic. Serve dinamismo e fisicità, Vecino è l'indiziato numero uno per fa coppia con il croato. Sulla trequarti c'è ancora un dubbio, ma Joao Mario sembra essere favorito per andare a supporto di Mauro Icardi. Politano parte dal primo minuto, a sinistra Keita potrebbe sostituire Perisic. Ma un giocatore delle sue qualità difficilmente rimarrà in panchina in un match così importante.

LE PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Cristiano Ronaldo, Mandzukic, Dybala.
A disposizione: Perin, Pinsoglio, Benatia, Douglas Costa, Cuadrado, Can, Rugani, Bernardeschi, Spinazzola.
Allenatore: Massimiliano Allegri

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Joao Mario, Perisic; Icardi.
A disposizione: Padelli, Berni, Vrsaljko, Ranocchia, Miranda, Gagliardini, Borja Valero, Lautaro Martinez, Keita Balde, Candreva.
Allenatore: Luciano Spalletti


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Probabili formazioni

Primo piano

TMW - Inter, conferme per Matic: casting attaccante, ma non priorità L'Inter sta muovendo alcune pedine per rinforzare il proprio centrocampo. Come raccontato nei giorni scorsi Nemanja Matic è il primissimo nome per rinforzare la mediana, sia perché Conte lo ha già allenato - con ottimo profitto - durante la sua permanenza al Chelsea, sia perché arriverebbe...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510