HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Totopanchina Juve: chi sarà l'erede di Allegri?
  Simone Inzaghi
  Maurizio Sarri
  Pep Guardiola
  Sinisa Mihajlovic
  Didier Deschamps
  Mauricio Pochettino
  Josè Mourinho
  Antonio Conte

La Giovane Italia
Probabili formazioni

Le probabili formazioni di Juve-Torino - Kean nel tridente, Belotti dal 1'

Fischio d'inizio alle 20.30. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!
03.05.2019 06:50 di Andrea Piras   articolo letto 12604 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Il derby è sempre il derby. Nonostante lo scudetto arrivato con diverse giornate di anticipo, la Juventus sarà chiamata ad onorare il finale di campionato. Dopo l’impegno contro l’Inter, il team di Allegri dovrà affrontare il Toro nella stracittadina della Mole, match che anticipa la 35a giornata di campionato. I granata, che domani ricorderanno i campioni del Grande Torino a 70 anni dalla loro scomparsa, sono in corsa per l’Europa che conta. Sono infatti tre i punti che separano la formazione di Mazzarri dall’Atalanta e non perdono dal 16 marzo, giorno in cui furono battuti dal Bologna fra le mura amiche. I bianconeri invece, dopo la sconfitta di Ferrara del 13 aprile scorso, hanno battuto la Fiorentina allo Stadium conquistando aritmeticamente lo scudetto e poi pareggiato a San Siro contro i nerazzurri di Spalletti. Sfida nella sfida quella che riguarda i pacchetti arretrati: la Juve è la miglior difesa del torneo con 24 gol incassati mentre il Torino occupa il gradino più basso del podio con 29 reti subite da Sirigu. Gli ultimi quattro derby si sono conclusi tutti a favore dei bianconeri che hanno mantenuto la porta inviolata mentre l’ultimo successo granata è datato 26 aprile 2015, 2-1 sotto la guida di Giampiero Ventura grazie ai gol di Darmian e Quagliarella che hanno capovolto il vantaggio iniziale di Andrea Pirlo. L’ultima volta che il Toro ha portato a casa la stracittadina “in casa” della Juve, in quell’anno entrambe le squadre giocavano al “Delle Alpi” impianto da cui è nata poi la casa bianconera dell’Allianz Stadium, risale al 9 aprile 1995, 2-1 con doppietta di Ruggiero Rizzitelli. L’incontro sarà diretto dal signor Daniele Orsato della sezione di Schio.

COME ARRIVA LA JUVENTUS - Tre assenze per Massimiliano Allegri che non ha inserito nell’elenco dei convocati Dybala, Douglas Costa e Mandzukic. In difesa ci sarà Joao Cancelo sulla destra mentre a sinistra tornerà Spinazzola. A centro del pacchetto arretrato a protezione della porta di Szczesny ci saranno Bonucci e Chiellini. In cabina di regia ci sarà Pjanic con Emre Can e Matuidi sulle mezzali. In attacco ci sarà il tridente formato da Bernardeschi, Kean e Cristiano Ronaldo, quest’ultimo decisivo su rigore dell’ultimo derby.

COME ARRIVA IL TORINO - Walter Mazzarri non avrà a disposizione per il derby Iago Falque per un riacutizzarsi del dolore al ginocchio sinistro. L’ex Roma e Genoa si va ad aggiungere all’indisponibile Djidji e allo squalificato Moretti. Resta da decifrare chi potrà essere il terzo di difesa ad affiancare Izzo e Nkoulou a protezione della porta di Sirigu. Con ogni probabilità sarà De Silvestri a fare da terzo a sinistra. A centrocampo ci saranno Meité e Baselli con Rincon in cabina di regia mentre sugli esterni ci saranno Ansaldi e Ola Aina. In attacco il “Gallo” Belotti supportato da Berenguer alle spalle.

LE PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Kean, Ronaldo. A disposizione: Pinsoglio, Del Favero, De Sciglio, Caceres, Barzagli, Pereira, Nicolussi, Cuadrado. Allenatore: Massimiliano Allegri.

TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, De Silvestri; Aina, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Berenguer; Belotti. A disposizione: Ichazo, Rosati, Bremer, Singo, Lukic, Damascan, Millico, Zaza. Allenatore: Walter Mazzarri.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

Juve, Pjanic: "Allegri è stato eccezionale nella gestione del gruppo" Il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic è il protagonista dell'evento Randstad all'Allianz Stadium. Il giocatore ha ripercorso i suoi primi passi nel mondo del calcio e spiegato quali sono le attenzioni che un calciatore professionista deve avere nel corso della carriera: Sui...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510