Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / sassuolo / Non solo Sasol
Criscitiello: "Carnevali-Marotta pappa e ciccia ma per Sassuolo-Milan non conta"TUTTOmercatoWEB.com
giovedì 19 maggio 2022, 20:02Non solo Sasol
di Redazione SN
per Sassuolonews.net

Criscitiello: "Carnevali-Marotta pappa e ciccia ma per Sassuolo-Milan non conta"

Le parole di Michele Criscitiello, direttore di Tuttomercatoweb e Sportitalia, in vista della partita tra Sassuolo Calcio e Milan

Michele Criscitiello, direttore di Tuttomercatoweb e Sportitalia, ha parlato in vista della partita tra Sassuolo e Milan. Ecco le sue dichiarazioni su TMW: "Che festa a San Siro. Dopo Fiorentina e Verona, Pioli il jolly non lo consuma neanche con l'Atalanta. Per far tornare la Milano rossonera sul tetto d'Italia basterà non perdere a Reggio Emilia con il Sassuolo. Il calcio è strano, certo, Giovanni Carnevali è pappa e ciccia con Marotta anche fuori dal calcio ma quando una squadra si gioca la vita in 90 minuti queste storie contano poco. Il Milan è forte e l'ha dimostrato anche contro una Dea che ha finito la benzina. Arrivata a fine ciclo e D'Amico dovrà essere bravo a trovare una nuova formula di squadra perché Gasperini ha tagliato il traguardo".

LEGGI ANCHE: Cruciani: "Si dà per scontato che il Sassuolo non farà la gara della vita col Milan, ma..."

Ancora Criscitiello: "Giusto che cambi aria. Il Milan è uno spettacolo. Perché non vince la più forte ma vince quella che ci ha creduto di più. Allora tutto questo vale doppio, anche triplo. Sarà la vittoria di Maldini che per anni il lunedì era all'Osteria del corso, senza una scrivania da dirigente perché lo cercavano solo come bandiera. Lui non si è mai sminuito pur di lavorare e ha aspettato il suo momento. Saliamo volentieri sul carro di Paolo. A Verona gli chiedevano mille foto anche a partita in corso. Da signore non ne ha rifiutata una anche se aveva tutto il diritto di mandare a quel paese il primo tifoso che, senza delicatezza, gli chiedeva la foto con il Milan in campo. Figuriamoci il cinquantesimo. Paolino si merita l'ovazione del primo anello rosso di ieri, prima della sfida all'Atalanta".