HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Scanner di Giulio Dini

TMW RADIO - Scanner: "Dizionario del mercato: scouting, ds e agenti"

11.12.2017 08:00 di Giulio Dini   articolo letto 7424 volte

Oltre il calcio giocato, oltre il calcio parlato, oltre la semplice apparenza... con l'avvocato Giulio Dini e Lorenzo Marucci Ospite di questa puntata il direttore Niccolò Ceccarini.

“Il mercato apre a inizio gennaio e si conclude il 31 gennaio, ma la cosa su cui occorre riflettere è che il mercato non si chiude mai, per cui è già aperto, non va mai in vacanza, anche perché ormai da tempo, in un calcio globalizzato, ci sono campionati anche che rispetto a quelli Europei sono sfalzati, per cui ci sono delle finestre sovrapposte e anche delle finestre di mercato che coprono quasi tutti i dodici mesi”.

Regole che stano alla base del calciomercato
“Esiste un regolamento che sancisce anche sanzioni in caso di inosservanza e secondo me, ci sono una serie di norme che dovrebbero essere cambiate, perché sono anacronistiche. Sarebbe vietato contattare il calciatore anche tramite l'agente, quando il giocatore è sotto contratto, a meno che questo non avvenga nell'ultimo semestre. Quindi per un calciatore che possiamo definire a scadenza, che ha un contratto di prestazione sportiva con scadenza al 30 giugno 2018, è lecito per il regolamento avviare contratti e trattative dal gennaio del 2018 stesso, poi è possibile nel periodo che precede la scadenza stipulare un pre-contratto. Prima dei sei mesi c'è un divieto assoluto che dovrebbe essere colpito da un deferimento con le sanzioni previste dall'ordinamento, ma è un qualcosa che non esiste più. E' necessario che l'ordinamento si aggiorni”.

In generale una trattativa come si deve svolgere in caso di un calciatore che non è in scadenza?
“Ci sono tre canali. La domanda andrebbe corretta, come si cerca un calciatore? Adesso nel calcio globalizzato si fa nella maniera tradizionale, il direttore sportivo consultato l'allenatore e il presidente si convince di un nome e contatta il ds della squadra da cui vuol acquisire il calciatore. Sulla base dei contatti si fa il prezzo che può variare da tantissimi elementi, non esiste un criterio matematico per dare una valutazione ad un calciatore, è frutto spesso del rendimento, dello stato fisico e spesso e volentieri anche della sua gestione. Ultimamente le squadre si stanno strutturando con delle sezioni di scouting, molti club ora sono strutturati per monitorare tutto quello che avviene nel calcio mondiale. Ogni squadra ha la sua banca dati e se questi sono stati raccolti da diverso tempo, i club sono in grado di andare a cercare il calciatore attraverso una selezione che possono fare direttamente sul lavoro dello scouting. Selezionano un profilo specifico, con determinate caratteristiche e dando tutti i parametri, un club è in grado di reperirlo nella propria banca dati”.

“L'Udiene fa questo da tantissimo tempo, è un sistema per visionare i calciatori, però li devi poi schedare e li devi valutare e metterli nella banca dati. L'aspetto interessante che non è risolto, visto che è dibattuto tra gli osservatori professionisti,è se sia davvero indispensabile visionare un calciatore dal vivo o se sia sufficiente vederlo un una serie di partite in video. Esiste il maestro di tutti gli osservatori che è Marco Zunino, che sostiene che i calciatori possano essere acquistati, valutati e consigliati all'allenatore e dirigenza sulla base di una visione solamente in video. Il tutto per quanto riguarda la valutazione tecnica. Io faccio parte della scuola dei vecchi direttori, perché credo che lo stadio, l'atmosfera le dinamiche della partita, la provocazione dell'avversario, il coro dei tifosi, le situazioni, ti permettono di valutare anche la risposta emotiva del calciatore, oltre che a quella tecnica. Per questo ritengo che il giocatore debba essere visto almeno una volta dal vivo”.

“Per quanto riguarda l'acquisizione del calciatore, e su questo molti club sono carenti, andrebbe tenuto in considerazione l'aspetto caratteriale. Adesso si deve guardare forse alle qualità caratteriali quanto a quelle tecniche. E' inutile avere un fenomeno se per il profilo caratteriale, non riesce poi a tradurre sul campo quelle che sono le sue qualità. Ora come ora, succede per sviste clamorose o si fanno errori di valutazione nell'acquisizione delle informazioni. In tempo di compravano quasi a scatola chiusa, quando mandavano il Vhs: si vedevano due partite e del giocatore non si sapeva nulla. Non c'erano i sistemi di monitoraggio che ci sono ora. L'ultimo modo per selezionare un calciatore, che è molto molto in voga adesso, è chiamare un agente di cui la dirigenza del club si fida e dirgli le caratteristiche del giocatore che si stanno cercando, e chiedere consiglio. L'agente che magari ha tra i suoi assistiti giocatori con quelle caratteristiche o ha contatti per poterli reperire all'estero, fa un lavoro di selezione e proposizione”.

Ci sono casi di agenti che accompagnano il direttore sportivo in manovre di mercato.
“Diciamo una frangia dei direttori sportivi, per la categoria l'agente che fa questo tipo di lavoro è il nemico numero uno. Ci sono molti agenti che vengono contattati direttamente dai presidenti di club e tu capisci che questo stride con quello che è il ruolo e l'incarico che ha ricevuto il direttore sportivo. Ci sono direttori sportivi, che accettano la realtà e questo stato di cose e pensano che strumentalmente possa essere a volte favorevole avere una sponda su cui appoggiarsi. Se fossi io il direttore sportivo cercherei di lavorare con lo scouting e il mio monitoraggio, al massimo chiederei all'agente di fare da intermediario. Quest'ultima figura è necessaria.”

Il direttore Niccolò Ceccarini
“L'agente talvolta fa da apripista diciamo, in questo momento per fare un esempio, è in regime di interesse del Napoli Vrsaljko, e mi immagino che il suo agente cerchi di capire tramite l'Atletico Madrid se effettivamente ci sono i presupposti per una cessione, quanto potrebbe chiedere, e poi va a riferire. Se c'è un segnale di apertura da parte delle società, poi entrano in campo i direttori sportivi. E' chiaro che a seconda delle informazioni riportate magari la trattativa nemmeno parte. Ci sono altre situazioni in cui l'agente può creare i presupposti per una trattativa conoscendo magari bene i due direttori sportivi”.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Primo piano

Milan giustamente riammesso in Europa. Juve Galactica, dopo Ronaldo almeno altri due acquisti... come l'Inter. 75 milioni di motivi per divertirsi con Monchi Vorrei partire con un disclaimer, sebbene la prima regola del giornalismo indichi come non si debba scrivere articoli alla prima persona singolare (sono in buona compagnia, nell’infrangere questa legge, non lo farò più). Dopo una settimana a seguire eventi come la presentazione di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy