HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Juve immobile sul mercato: è la decisione corretta?
  Si, questa squadra non ha bisogno di rinforzi adesso
  No, alla Juventus sarebbe servito un altro terzino
  No, bisognava portare subito Kulusevski a Torino
  No, il club forzi la mano per lo scambio Rakitic-Bernardeschi

La Giovane Italia
Serie A

Agnelli torinese dell'anno: "Juve società leader, vince perché decide"

10.11.2019 16:37 di Alessandra Stefanelli   articolo letto 4759 volte
Fonte: Juventus.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Andrea Agnelli ha ricevuto questa mattina, alla Camera di Commercio di Torino, nell’ambito dei premi “Fedeltà al Lavoro e per il Progresso Economico”, l’onorificenza come “Torinese dell’anno 2018”.

Un riconoscimento speciale, giunto alla sua 42’ edizione e attribuito ad Agnelli dalla Giunta e dal Presidente della Camera di commercio torinese, Vincenzo Ilotte.

"Per la sua visione e la sua capacità imprenditoriale, che gli hanno permesso di sviluppare la Juventus, portandola ad essere una delle prime squadre di calcio al mondo e trasformandola dall’essere una società sportiva tradizionale ad un colosso anche commerciale, con un marchio sapientemente valorizzato, con un Museo in grado di creare un’esperienza emotiva unica e facendola diventare a tutti gli effetti uno dei principali motori dell’economia turistica della nostra Città".

Questo il passaggio principale delle motivazioni dell’assegnazione al del premio, che ogni anno incorona il torinese che maggiormente si è distinto "Offrendo un contributo speciale nel proprio settore di attività: l’economia, l’arte, la scienza o il sociale", e che negli anni è stato assegnato a persone come Gian Luigi Gabetti, Sergio Marchionne (nel 2006), Evelina Christillin.

"Voglio ringraziare tutti voi per avermi onorato di questo riconoscimento – le parole di Andrea Agnelli al momento della premiazione – Sono fermamente convinto che non sia il singolo, ma il gruppo a fare la differenza.

Senza la passione, i piani strategici e gli investimenti, partiti nel 2010, la Juventus sarebbe ora una delle tante eccellenze torinesi. Oggi è invece una società leader a livello europeo, che è passata in questi anni da 250 persone occupate, fra tesserati e non tesserati, a quasi 800, con un impatto sociale/occupazionale rilevante sul nostro territorio. Siamo una realtà industriale, nell’accezione moderna del termine, che ha saputo attrarre a Torino oltre 350 milioni di investimenti, per riqualificare e cambiare il volto a una parte del territorio torinese, e siamo un marchio riconosciuto e riconoscibile in tutto il mondo.

E, così come è accaduto a tante altre eccellenze nel territorio, come Artissima o la Reggia di Venaria, questo è stato possibile individuando e perseguendo delle priorità, il che significa decidere e non accontentare immediatamente tutti gli stakeholders; ma se a guidare sono le priorità individuate, spesso chi manifesta malcontento oggi, dovrà ricredersi domani, perché la crescita e lo sviluppo saranno garantiti e andranno a beneficio di tutti.

Torino e i torinesi sanno procedere per priorità, devono solamente ricordarsene. E oggi questo premio non va ad una persona singola, ma ad un gruppo che ha saputo decidere in base alle priorità".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Valzer dei centrali - Tonelli-Samp, Ibanez alla Roma. Occhio a Dragovic Le ultime sulle trattative di calciomercato riguardanti i difensori centrali Tanti nomi, tante trattative. Perché il difensore centrale è una delle figure più richieste dai club di Serie A. C'è chi cerca un titolare, chi un'alternativa. Ma almeno metà della società di Serie A in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510