Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Chi è McKennie, dal Texas alla Germania. Il pupillo di Wagner vicino alla Juventus

Chi è McKennie, dal Texas alla Germania. Il pupillo di Wagner vicino alla Juventus
mercoledì 26 agosto 2020, 15:08Serie A
di Marco Conterio

Sorpresa alla Juventus: a un passo c'è l'americano Weston McKennie. 3 milioni per il prestito e 18 per l'opzione d'acquisto, spiega Sky, per un centrocampista che andrà di fatto a rinforzare la mediana di Andrea Pirlo. Nazionale statunitense sin dai diciannove anni, con gli USA ha giocato 19 partite e segnato 6 gol. In carriera, tra i professionisti, 91 partite, tutte allo Schalke 04 dove è arrivato dalla Dallas Academy nel 2016.

"Sarà uno dei migliori" David Wagner, allenatore dello Schalke 04, tedesco ma con passaporto americano, ha detto di McKennie che "sarà tra i migliori centrocampisti della Bundesliga". Stanti le ultime cronache, non sarà così ma il giudizio di poco cambia. "È un talento eccezionale", ha detto il 47enne a Fox Soccer. "Nella posizione da 6 o da 8 ha la mentalità, una vera mentalità lavorativa di cui hai bisogno. Ed è anche coraggioso con la palla. E' bravo nelle palle alte, è giovane e può migliorare ancora. E' uno dei migliori dello Schalke e diventerà uno dei migliori".

Americano-tedesco McKennie conosceva già la Germania prima di lasciare il Texas, avendo trascorso tre anni della sua infanzia a Kaiserslautern. Calcisticamente lo ha fatto vestendo, come detto, la maglia dello Schalke 04 ma è stato rapidamente individuato come uno dei giovani talenti più brillanti d'America e ha rappresentato le squadre giovanili del suo paese con distinzione prima di passare in Nazionale maggiore. E ora è a un passo dalla Juventus, a sorpresa.