HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2018/19?
  Barcellona
  Ajax
  Liverpool
  Tottenham

La Giovane Italia
Serie A

Dallo scontento Pinilla al contratto di Nené: i problemi offensivi del Cagliari

16.11.2012 07:00 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 7898 volte
© foto di Federico De Luca

Tredici punti conquistati in sei giornate. Dopo un pessimo inizio di stagione, la cura Pulga-Lopez a Cagliari sta portando i frutti sperati. La squadra rossoblù grazie a quattro successi consecutivi è uscito dalle zone calde della classifica e ora viaggia a centro classifica.
Sistemata la difesa col ritorno al vecchio modulo, la squadra deve solo risolvere i suoi problemi offensivi. Una squadra che fatica a concretizzare tutta la mole di gioco che costruisce, come dimostrato anche sabato in occasione dello 0-0 contro il Catania.
Sei gli attaccanti a disposizione dei tecnici rossoblù: Victor Ibarbo, Marco Sau, Nené, Joaquin Larrivey, Mauricio Pinilla e Thiago Ribeiro. Tutti giocatori che - per un motivo o per un altro - non si stanno esprimendo al meglio. Andiamo con ordine.

Victor Ibarbo - In estate era finito nel mirino di diversi top club italiani, ora si trova a far panchina a Cagliari. Colpa di una classifica marcatori che per lui è ancora ferma a zero. Pulga e Lopez nelle ultime giornate gli stanno preferendo con regolarità Marco Sau.

Marco Sau - Discorso inverso a quello fatto per Ibarbo. Il cambio di allenatore è coinciso col suo ritorno in campo con regolarità. Paga l'ambientamento a un campionato diverso dopo la splendida stagione in cadetteria con la Juve Stabia. Da lui ci si aspetta molto di più.

Nené - In questo momento è l'attaccante più in forma del Cagliari, tre gol nelle ultime giornate per mettere ko il Torino e battere il Siena. I problemi arrivano dal contratto, un accordo in scadenza il prossimo giugno. Già circolano le prime voci su un suo addio a gennaio: piace a Napoli e Bologna. Anche se a a preoccupare ancor di più Cellino e i suoi dirigenti è il possibile addio a parametro zero il prossimo giugno.

Joaquin Larrivey - Anche in questo caso il contratto è in scadenza, ma - a differenza di Nené - la vicenda viene vissuta con molta più serenità dal club rossoblù. Un gol in Coppa Italia ad agosto e pochi minuti giocati. Si attende giugno per dirgli definitivamente addio.

Mauricio Pinilla - Doveva essere il bomber più importante della squadra. Invece, allo stato attuale, è il vice di Nené. Inevitabile l'accostamento a un club come la Fiorentina - alla ricerca di un attaccante - dopo gli otto gol messi a segno nei sei mesi finali dell'ultima stagione.

Thiago Ribeiro - Il cambio di guida tecnica è coinciso anche col suo cambio di ruolo. Pulga e Lopez hanno deciso di schierarlo alle spalle delle due punte. E' il sostituto di Cossu, una situazione che il giocatore non gradisce particolarmente. Piace tanto in patria. L'ultimo interessamento, in ordine di tempo, è quello del Cruzeiro.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Bakayoko ferito da insulti e ululati. Vuole lasciare l'Italia, anche da riserva Tiemoue Bakayoko e il razzismo. Il centrocampista, ferito, medita l'addio. Pensa che sarà meglio tornare a Londra, anche nel Chelsea, probabilmente come riserva. Un punto amaro che arriva dalle colonne di Repubblica. Gli è arrivato il minimo sindacale del sostegno dopo i cori, gli...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510