Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

De Zerbi e il futuro: "Al Sassuolo mi diverto: ho già iniziato a programmare la prossima stagione"

De Zerbi e il futuro: "Al Sassuolo mi diverto: ho già iniziato a programmare la prossima stagione"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
martedì 07 aprile 2020 00:15Serie A
di Simone Bernabei

Il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi ha parlato a SportItalia in collegamento video dalla sua casa di Brescia: “Come si sta senza campo? Siamo obbligati a stare in casa, c’è qualcosa di brutto, di serio e di grave e ci adeguiamo. Si può riniziare a giocare in futuro? Io sono per il ritorno a giocare a patto che ci siano le condizioni di salute, a patto che si possa continuare senza mettere a repentaglio la salute di nessuno. Chi fa calcio muove interessi economici e di altro tipo, il calcio non è solo uno sport. Prima comincia, prima torna tutto alla normalità. L'emergenza nel bresciano? Quelli che escono sono numeri non reali, le stime parlano del triplo dei morti indicati. E' una tragedia, una città colpita battuta da ambulanze ed elicotteri per tutto il giorno. Oramai andrà tutto bene non si può più dire, sono morte troppe persone, speriamo passi alla svelta. Come riparte il calcio italiano? E’ un argomento che va oltre le mie competenze. Mi limito a dire cose già dette: sono fortunato perché faccio parte di una società particolare, il Sassuolo ha uno stadio di proprietà. Nell’ultimo mese ci sono state cose che non mi sono piaciute: mi sembra che qualcuno abbia cavalcato troppo questa situazione per interessi personali. Mi spiace, si tende sempre a fare demagogia: io ho fatto il calciatore e sto facendo l’allenatore, il calciatore non è come lo si vuol dipigere. Siamo di fronte ad un momento di crisi, un passo il calciatore dovrà farlo perché serviranno dei sacrifici. Ma poi bisogna affrontare altre questioni e mi è piaciuto il discorso che stanno facendo in Inghilterra: dove andranno quei soldi eventualmente tagliati dagli stipendi? Bisogna pensare a tutto il sistema. Non si troveranno chiusure da parte dei calciatori in questo senso, loro hanno un cervello. Detto questo, non capisco perché fino al'1 marzo si doveva giocare a tutti i costi e adesso da più parti si tende a voler chiudere il prima possibile il campionato. Fiorentina una big per un allenatore? Non saprei, la Fiorentina ha un blasone e una proprietà importanti, dietro ha una città di un certo tipo. Io al Sassuolo sto bene e la considero una società importante, lo dico grazie alla quotidianità che vivo. L’importante non è andare in una big, l’importante è lavorare bene. Tutti ambiscono ad arrivare al top, ma questo non significa che una società che ha ambizioni diverse non sia una grande. Le tante operazioni con la Fiorentina? Credo che sia stato grazie ai rapporti esistenti fra le società. Qualche merito penso di averlo anche io, stanno facendo tutti bene quindi vuol dire che almeno non faccio danni. Penso anche a Boga, Locatelli, Berardi, ma la realtà è che abbiamo tanti giocatori giovani e di valore eccezionale: Rogerio, Toljan, Muldur, Marlon, Romagna, Djuricic, Traore… Il Milan ha bruciato Locatelli? Per me è da big, ma è anche vero che in Italia non si dà il tempo ai giovani di sbagliare, di avere qualche mese in cui possono perdersi. Locatelli è un talento talmente puro che sarebbe esploso da qualsiasi parte, la società è stata brava ad andarlo a prendere. Al Sassuolo questa politica si può fare, altrove non so. Il mio futuro? Non so, per adesso non ci penso. Rinnovo? Ragiono come se dovessi stare ancora a lungo al Sassuolo, ma gli allenatori non possono mai fare progetti lunghi. Oggi ci sono, domani chissà… La settimana scorsa ho parlato con qualche giocatore pensando già alla stagione prossima, quindi immaginandomi al Sassuolo. Poi quello che verrà non lo sa nessuno. Non devo nascondere niente, io a Sassuolo mi diverto veramente perché allenare tanto talento in una squadra non è una cosa facile da trovare. Dipendesse da me, non sarebbe così semplice andare via. Il ruolo di Boga? Attaccante esterno a sinistra, negli ultimi anni vede più la porta, gioca più col compagno e attacca più lo spazio, la profondità. Secondo me ha margini per imparare a giocare anche dentro il campo. Nell’uno contro uno, nel mondo, non ne trovo tanti meglio di lui. Ritorno al Chelsea? Questo non lo so, nel calcio non c’è solo l’uno contro uno. Ha fatto 8 gol, dovrebbe chiudere ogni stagione a 14-15. Nel calcio esistono anche i gol brutti, da opportunista, lui fa solo gol belli. Per questo gli servirebbe restare ancora al Sassuolo, per poi diventare un giocatore da Chelsea, da Mancheste United, da Juventus. Sensi all'Inter? Sono di parte, è un figlioccio. All’Inter ha avuto dei problemi quando son venuti fuori i guai fisici, fin quando è stato bene ha fatto grandi cose. Non è un problema di posizione. Migliori allenatori italiani? Sarri primo, Spalletti secondo, Conte terzo. La prima Roma di Spalletti la guardavo con molto interesse, quella con Totti centravanti e Perrotta dietro, così come la Juve di Conte ed il Napoli di Sarri. E’ la Juventus di Sarri? Non so, non è semplice portare una mentalità nuova in poco tempo e cambiare tanto. Noi abbiamo trovato la quadratura a novembre perché abbiamo la settimana tipo, nei top club hai una partita ogni 3 giorni e fai fatica ad incidere in breve tempo”.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000