HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

La Giovane Italia
Serie A

Dramma e reazione finale, l'Udinese agguanta l'1-1 col Sassuolo

20.04.2019 16:54 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 9638 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport

Risultato finale: Udinese-Sassuolo 1-1

Meglio il Sassuolo per sessanta minuti, poi l'Udinese rialza la testa e conquista un punto che può rivelarsi fondamentale nella corsa alla salvezza. Alla Dacia Arena il risultato finale è di 1-1, con Sensi a segno poco dopo la mezzora e Okaka - con il netto aiuto di Lirola - in gol a 10' dalla fine.

Le scelte di formazione. Tudor lancia Pussetto al fianco di Okaka con De Paul incaricato a ispirare il fronte offensivo, mentre De Zerbi si affida a Boga insieme a Berardi per scardinare la retroguardia bianconera. Tra le file neroverdi, invece, c'è anche Bourabia dall'inizio.

Ritmo blando in avvio, poi gli ospiti aumentano l'intensità. Poco pressing nelle prime battute di gara, Okaka e De Maio cercano la conclusione dalla distanza senza però inquadrare la porta di Consigli. Fa lo stesso, dall'altra parte del campo, Rogerio ma non impensierisce Musso prima di essere seguito da Berardi. Dal 10', però, è il Sassuolo a fare al partita mentre l'Udinese si limita a difendere. Non il miglior inizio per i bianconeri, costretti poi a rinunciare a Fofana per infortunio al 16': al suo posto dentro Sandro.

Il gelo alla Dacia Arena. La notizia del momentaneo vantaggio dell'Empoli contro la SPAL fa subentrare la paura in casa friulana: i tifosi spingono meno e l'Udinese sbaglia anche le giocate più semplici. Più tranquillo, invece, il Sassuolo che continua a giocare riuscendo anche ad andare a segno. Al 31' Troost-Ekong commette l'ennesimo errore in fase difensiva, favorendo il suggerimento di Berardi per Sensi che batte Musso con un tiro non proprio irresistibile ma tremendamente efficace. Tanto basta per la formazione di De Zerbi, che torna negli spogliatoi in vantaggio per 1-0 nonostante la reazione d'orgoglio finale di De Paul.

Dentro Peluso. Il Sassuolo schiera l'ex Juventus subito dopo l'intervallo, lasciando Magnani nello spogliatoio causa infortunio. L'atteggiamento neroverde si fa preferire anche in avvio di ripresa, Berardi ci prova al 55' con un insidioso tiro-cross dalla sinistra che non trova la porta e neanche i compagni. Tudor decide di cambiare le carte in tavola, puntando sul 3-4-3 inserendo Lasagna al posto di De Maio, ma è ancora la compagine emiliana ad andare in gol: Berardi lancia Boga, che da due passi batte Musso. Per fortuna dell'Udinese, però, è tutto inutile per offside dell'autore della marcatura.

Reazione friulana. Arriva a meno di mezzora dalla fine, prima con Lasagna e poi con Pussetto. Consigli risponde presente sulla conclusione dell'attaccante entrato da poco, il secondo ci prova dal limite ma la conclusione termina di poco a lato. A un quarto d'ora dalla fine la più grande occasione per l'Udinese: Pussetto mette al centro, il portiere neroverde devia sui piedi di De Paul che calcia a botta sicura. Sulla linea spunta la testa di Demiral, bravo a salvare la sua porta e il vantaggio neroverde. Almeno per qualche altro minuto.

Il pari è nell'aria. E infatti arriva all'80', con Lirola che - per anticipare Okaka in area - risolve una mischia spingendo il pallone alle spalle di Consigli. Pari d'oro per l'Udinese, grosso rammarico invece per il Sassuolo che ora tocca quota 38 punti in classifica. La formazione di Tudor è a 33: alla Dacia Arena un piccolo passo avanti verso la salvezza, ma il cammino è ancora lungo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Un talento al giorno, Javi Lopez: il pullo di Paratici per la sinistra Un terzino di oltre un metro e ottanta è un lusso per ogni tecnico di alto livello, specie se bravo tecnicamente come Javi Lopez, un classe 2002 che ha stregato Paratici e che sembrava ad un passo dal diventare un rinforzo per la Primavera della Juventus fino a ieri, quando il ds...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510