HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Serie A

E' tutto merito della testardaggine di Dzeko

14.03.2018 12:15 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 4192 volte
© foto di www.imagephotoagency.it

L'ha decisa lui. Eusebio Di Francesco l'aveva responsabilizzato nella conferenza stampa della vigilia e il calciatore più atteso ha risposto al meglio, con il gol decisivo. Ancora una volta Edin Dzeko, l'uomo copertina della Roma per le vetrine più importanti. A Roma contro lo Shakhtar come al San Paolo contro il Napoli.
In una serata non semplice, in cui in alcuni frangenti entrambe avevano più paura di non subire gol che voglia di segnare, il guizzo del bosniaco dopo il suggerimento di Strootman è servito per spaccare in due la partita, per far pendere l'ago della bilancia dalla parte di una Roma che torna tra le otto regine d'Europa dopo dieci anni.
Quella di ieri non è paragonabile all'impresa di un decennio fa. Ieri, per intenderci, la Roma non ha eliminato il Real Madrid, ma resta un risultato significativo, da sottolineare e festeggiare. Un traguardo che la squadra giallorossa ha raggiunto grazie a un calciatore che, fosse dipeso dalla società, sarebbe andato via a gennaio. Destinazione Chelsea.
Già, perché se Dzeko è rimasto nella Capitale il merito è tutto suo. La Roma aveva già definito tutti i dettagli della cessione ai blues, Conte già lo aspettava a Stamford Bridge e tutti sembravano felici e contenti. Tutti tranne lui, il panzer di Sarajevo. Che non voleva lasciare la Roma così e smettere di giocare una Champions che l'ha visto protagonista fin dalla fase a gironi. E' rimasto e ha avuto ragione lui: la Roma adesso può solo ringraziarlo. E magari chiedergli scusa per un comportamento che Dzeko non meritava.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Olympiacos, coreografia della curva che rimanda a La casa di carta I tifosi dell'Olympiacos prima dell'inizio della sfida contro il Milan hanno esposto una coreografia che rimanda alla famosa serie tv La casa di carta per spingere la propria squadra verso la conquista dell'Europa League. in curva sono infatti spuntate le sagome dei protagonisti della...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->