HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Serie A

ESCLUSIVA TMW - Bazzani: "Pescara in A grazie a quelli come me"

11.09.2012 19:30 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 10480 volte
© foto di Federico De Luca

Fabio Bazzani a ruota libera su Milan, Samp e Pescara. L'attaccante ci aggiorna anche sul suo presente calcistico. In esclusiva per Tuttomercatoweb.

Fabio Bazzani, Wikipedia ti dà ancora svincolato
"Ho firmato ancora per il Mezzolara e mi appresto a chiudere qua la mia carriera. Mi trovo bene e ho ancora voglia di giocare".

Sappiamo che sei tifoso del Milan. Come giudichi il cambiamento massiccio della Società?
"Qualitativamente è difficile sostituire quelli che sono andati via, da Ibra a Thiago Silva, senza dimenticare Inzaghi, Gattuso e Nesta che erano le linee guida di questa squadra. Bisogna avere pazienza".

È arrivato Pazzini che è partito subito forte. Da centravanti ti piace il "Pazzo"?
"È un giocatore di valore al di là dei 3 gol fatti a Bologna. Con le giuste motivazioni e credo le abbia, perché non gli manca la voglia di rivalsa, può essere molto importante".

Il ruolo della prima punta è minacciato da filosofie di gioco che concepiscono solo seconde punte
"Si tende a giocare con giocatori che diano pochi punti di riferimento, magari con punte più atipiche. Ma alla fine al di là di tutto devi prendere giocatori bravi. E alla fine una prima punta di ruolo devi prenderla".

Una delle tue ultime tappe è stata Pescara, in Lega Pro. Che effetto fa vederla in Serie A?
"Non mi aspettavo la promozione ma grandissimo merito va a Zeman che prendeva giocatori magari dalla C uniti a gente esperta e ha fatto qualcosa di straordinario. Ora che è in A il Pescara dovrà soffrire molto. Io ho vissuto il periodo in cui stava per esserci il passaggio di proprietà con l'avvento di De Cecco. E per questo dico che questo Pescara è in A anche grazie a noi che in una situazione difficile non abbiamo mollato, perché se lo avessimo fatto il Pescara sarebbe fallito. Io ho vissuto la sofferenza di quel periodo, non avevamo campi d'allenamento né stipendi, eravamo in mano a Dio. Abbiamo stretto i denti e poi è arrivato De Cecco. Ripeto, quell'anno fu importante perché in una situazione molto complicata c'era chi ha fatto i salti tripli per scongiurare l'addio del Pescara".

Hai legato il tuo nome alla Samp, come vedi i blucerchiati? Credi che abbiano fatto tesoro degli errori commessi due anni fa?
"La Sampdoria è una Società che per prima ha capito gli errori. Grande intelligenza di Garrone e quest'anno ha costruito un organico di buon livello. Non dovrà faticare più di tanto per salvarsi e credo e spero che i tifosi si divertiranno".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Sudamerica

Primo piano

Il Napoli non vuole alzare bandiera bianca Come a Bergamo, l'ha decisa Milik. Come a Bergamo, i minuti finali sono stati decisivi. Contro il Cagliari, in un match combattuto fino alla fine, al Napoli è servita una perfetta punizione del centravanti polacco per tornare a -8 dalla Juventus e rinviare, almeno per qualche giorno,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->