Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
esclusiva

Bolchi ricorda Herrera: "Fu un rivoluzionario. Inter, il salto di qualità c'è stato"

ESCLUSIVA TMW - Bolchi ricorda Herrera: "Fu un rivoluzionario. Inter, il salto di qualità c'è stato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Marucci
venerdì 10 aprile 2020 21:23Serie A
di Lorenzo Marucci

Centodieci anni fa nasceva Helenio Herrera, personaggio che ha cambiato radicalmente il modo di allenare e che ha legato il suo nome agli straordinari successi con l'Inter: "Quando annunciarono il suo arrivo a Milano - dice Bruno Bolchi intervenendo al TMW News - Herrera fu preceduto da un battage pubblicitario incredibile". Bolchi fece parte della grande inter di Herrera e ora ricorda: "Arriva il mago, arriva lo stregone, questo era il senso dei vari discorsi. La prima qualità che impressionò di lui era la carica con cui trasmetteva alla squadra il suo entusiasmo. La sua prima rivoluzione fu sul piano degli allenamenti che fino a quel momento erano basati su giri di campo, ginnastica da fermi e poco pallone. I suoi allenamenti invece erano brevi ma intensi, a base di velocità e il 90% lavoro con la palla fra i piedi. E poi portò i suoi slogan per caricare tutto l'ambiente. Io ero giovanissimo, avevo vent'anni e a ventuno mi fece capitano della squadra. Lavorammo vari anni insieme poi le strade si separarono. Ha tracciato un solco nuovo nel modo di concepire il calcio".

Guardando al presente come giudica l'Inter di quest'anno?
"Tutto sommato sono soddisfatto, il salto di qualità lo ha fatto anche se ultimamente è andata incontro a qualche battuta a vuoto. L'avvio è stato brillante però i grandi cambiamenti non possono avvenire nel giro di pochi mesi. L'Inter ha rivoluzionato la società, prendendo gente molto competente, c'è un gran tecnico e tanti nuovi giocatori. C'è bisogno di tempo. Non pensavo potesse vincere subito lo scudetto ma mi auguravo che le distanze dalla vetta si riducessero. E così in effetti è stato. Guardando al futuro credo che l'Inter abbia intrapreso la strada giusta. Saprà rinforzarsi con giocatori di livello internazionale".

© Riproduzione riservata
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000