Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
esclusiva

Bressan: “Milan, prima di tutto la società. Le mie rovesciate per i bambini”

ESCLUSIVA TMW - Bressan: “Milan, prima di tutto la società. Le mie rovesciate per i bambini”TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 03 giugno 2020 18:23Serie A
di Lorenzo Marucci

Mauro Bressan, ex di Milan, Fiorentina e Cagliari ha parlato nel corso del TMW News, il salotto televisivo di Tuttomercatoweb.com, di vari temi a partire proprio dai rossoneri: “La prima cosa importante è la società e serve capire da questo punto di vista cosa succederà viste anche le voci di un passaggio di proprietà. Mi viene da sorridere quando si fanno nomi. Prima serve vedere chi comanda, poi arriva il resto. Questo determinerà il futuro. Pioli? Chi va ad allenare il Milan è sempre sotto esame. Cercherà di fare il massimo per far vedere che merita, portando un pensiero di gioco sul campo. Un’altra chance gliela darei perché è preparato e parla alla squadra in un modo che mi piace”.

La Fiorentina: Commisso vuol fare lo stadio ma sta incontrando ostacoli...
“La fortuna, meritata, è di aver trovato un presidente come Commisso che ama il calcio e sa che per fare una grande squadra servono certi parametri. Uno di questi è lo stadio e si è sempre battuto per realizzarlo. So che ci sono mille problematiche tecniche e politiche ma mi auguro che si possa arrivare ad un punto di successo. Con lo stadio Commisso può costruire una squadra che può stare tra le prime quattro. Il primo tassello è questo. Iachini? L’ho avuto ed è molto preparato. E’ sottovalutato e può far bene, poi dipende dai risultati. Se incide nei risultati e nel gioco, può essere confermato”.

E il Cagliari?
“Ho partecipato alla festa dei cent’anni via skype. Sono stato felice nel rivedere tanti vecchi compagni. Mi lega al Cagliari il fatto che giocare lì era come essere in una famiglia e i giocatori erano trattati come figli. C’era allora un maggior senso di appartenenza in quel calcio. La squadra rossoblù quest’anno mi era piaciuta, la vidi contro la Fiorentina e fu devastante. Non mi sarei aspettato un calo così evidente, forse c’è stata una scintilla negtaiva. Ora vedremo con l’arrivo di Zenga, il valore del gruppo comunque c’è”.

I suoi programmi futuri?
“Con la mia National football Academy sarò a Chioggia e Jesolo portando le mie qualità e facendo vedere le mie acrobazie e rovesciate ai ragazzini negli eventi. Mi aspetto un’estate di ripresa per i ragazzi, bistrattati dopo l’emergenza coronavirus. Mi tengo in forma per le rovesciate anche se metto un’ambulanza al mio fianco (ride, ndr). Tra l’altro France Football ha stilato la classifica dei gol più belli della storia della Champions e un gruppo di tecnici ha stabilito che il mio gol fosse al secondo posto dietro a Zidane e davanti a Ronaldo. Aver fatto quel gol con la maglia viola è un orgoglio per me e per me mio papà da sempre tifoso viola. E’ qualcosa che resta nei ricordi della storia della Fiorentina”

© Riproduzione riservata
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000