HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

La Giovane Italia
Serie A

ESCLUSIVA TMW - Calió: "Argentina, Mondiale a rischio. Ma Icardi sarebbe inutile"

30.03.2017 08:30 di Giacomo Iacobellis  Twitter:    articolo letto 12267 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Brutto e inaspettato stop per l'Albiceleste, che lunedì sera è capitolata in casa della Bolivia (2-0) finendo al quinto posto della classifica del girone di qualificazione a Russia 2018. Il Mondiale, almeno per il momento, si allontana e in Argentina scoppia la polemica. Nel mirino le decisioni del ct Bauza, la stangata della FIFA nei confronti di Messi (quattro turni di squalifica) e lo scarso rendimento di giocatori chiave come Aguero. Per saperne di più, TuttoMercatoWeb.com ha contattato in esclusiva Franco Calió, giornalista argentino di TyC Sports.

Calió, che aria tira in Argentina dopo la clamorosa debacle con la Bolivia?
"In Argentina siamo tutti preoccupati, non posso negarlo. La sconfitta contro la Bolivia è stata netta e senza Messi l'Albiceleste si è rivelata una squadra come tutte le altre. Purtroppo la Pulce e Dybala hanno potuto giocare insieme solo una manciata di minuti con l'Uruguay. E' vero che il ct Bauza ha sbagliato alcune decisioni, ma lunedì gli infortuni e le squalifiche hanno pesato tantissimo sulle scelte di formazione".

Proprio in merito alle squalifiche, l'assenza di Messi si è fatta sentire con la Bolivia e inciderà anche sulle prossime tre partite. Il verdetto della FIFA è stato troppo duro secondo lei?
"Secondo me la decisione della FIFA nei confronti di Messi rappresenta una mancanza di rispetto e professionalità. Nessuno dei quattro arbitri ha menzionato una cattiva condotta da parte di Messi e la squalifica è arrivata ben cinque giorni dopo la sfida col Cile e a ridosso di quella con la Bolivia. E' stata una stangata esagerata, che dimostra che all'interno della FIFA qualcuno vuole che Messi non giochi il prossimo Mondiale".

La classifica del girone adesso inizia a far paura. La qualificazione a Russia 2018 è ancora alla portata?
"Anche pochi anni fa abbiamo rischiato di non partecipare a un Mondiale (Sudafrica 2010, ndr) e, nonostante sia difficile immaginarlo, sappiamo che c'è una possibilità concreta di non presentarci in Russia. Il clima è pesante e la posizione di Bauza sempre più in bilico. Il ct si è presentato proponendo un cambio di rotta che non è mai arrivato e tanti calciatori che stanno rendendo poco continuano inspiegabilmente a essere convocati a scapito di altri, Aguero in primis".

Tra i giocatori fuori dal giro che potrebbero fare al caso dell'Argentina, c'è anche Mauro Icardi?
"Assolutamente no. Icardi è stato convocato in Nazionale solamente una volta da Alejandro Sabella, ma ha giocato pochissimo. Personalmente non penso proprio che sia lui la soluzione ai problemi. Icardi non è certo meglio di Higuain e non ha neanche alle spalle una vetrina di trofei che possa far gridare allo scandalo. E' il capitano di una delle peggiori Inter della storia e ci sono calciatori non considerati da Bauza che potrebbero essere molto più utili, specialmente a centrocampo e in difesa. Con Messi, Dybala e Higuain, non c'è spazio per Icardi nell'attacco dell'Argentina".

© Riproduzione riservata

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

TMW - Inter, Lautaro e il rinnovo: a dicembre gli agenti in Italia Lautaro Martinez e l’Inter lavorano ancora al rinnovo del contratto. Magari eliminando la clausola da 111 milioni per l’Italia o alzandola e mantenendola per l’estero. A dicembre gli agenti torneranno in Italia, sarà un’occasione per tornare a parlare dell’argomento. Adeguamento del...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510