HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Qual è il vostro miglior acquisto dopo il primo trimestre?
  Muriel (Atalanta)
  Nainggolan (Cagliari)
  Ribery (Fiorentina)
  Lukaku (Inter)
  De Ligt (Juventus)
  Hernandez (Milan)
  Kulusevski (Parma)
  Lozano (Napoli)
  Smalling (Roma)
  Caputo (Sassuolo)

La Giovane Italia
Serie A

ESCLUSIVA TMW - Dal Parma al Cile, Jeraldino a suon di gol: "Sogno chance in A"

02.11.2018 18:04 di Giacomo Iacobellis  Twitter:    articolo letto 4859 volte
ESCLUSIVA TMW - Dal Parma al Cile, Jeraldino a suon di gol: "Sogno chance in A"

Un po' di Italia a Santiago. Nell'Audax Italiano, dove sennò? A trascinare il club cileno ci sta pensando infatti Ignacio Jeraldino, promessa classe '95 con un passato nella Primavera del Parma. Che con sette reti in 26 partite si è recentemente conquistato pure la chiamata della Roja di Reinaldo Rueda. TuttoMercatoWeb.com lo ha intervistato in esclusiva per commentare la sua ottima stagione e tornare, naturalmente, anche sulla sua parentesi coi ducali nel 2014-2015.

Jeraldino finalmente decisivo, possiamo già parlare di consacrazione?
"Io penso solo a fare bene in campo. Grazie a Dio sono riuscito a segnare tante reti quest'anno, aiutando la mia squadra a lottare per gli obiettivi prefissati".

Belle prestazioni che le sono valse anche il debutto con la Nazionale cilena.
"È stato un sogno. Speri di poter rappresentare il tuo Paese fin da bambino... Non potrò mai dimenticare i 30 minuti giocati a inizio settembre contro la Corea del Sud, ho provato delle bellissime emozioni".

Dopo le Copa América vinte nel 2015 e 2016, negli ultimi due anni il rendimento del Cile è calato sensibilmente. Con mister Reinaldo Rueda può iniziare un nuovo ciclo vincente secondo lei?
"Questa Nazionale ha fatto la storia, tutti aspiriamo a tornare presto ad alti livelli e siamo pronti a dare la vita sul campo. Personalmente, voglio sfruttare al massimo ogni chiamata per convincere il profesor Rueda di valere la maglia della Roja".

Com'è allenarsi e giocare con calciatori del calibro di Vidal, Medel e Isla?
"È sempre elettrizzante giocare coi migliori. Da Vidal e compagni posso imparare molto, hanno grande esperienza e tanto da insegnare a noi giovani".

L'avrebbe mai detto di arrivare in Nazionale quando giocava a Parma nel 2014/2015?
"Ci speravo, è sempre stato un mio obiettivo. A Parma sono stato benissimo. Quando mi allenavo coi grandi, anche lì avevo compagni strepitosi come Cassano, Biabiany, Jorquera, Mirante e Lucarelli... Quell'esperienza mi ha aiutato a maturare e migliorarmi".

Ad allenarla poi c'era un bomber di razza come Hernán Crespo.
"Un grande allenatore e una bellissima persona. Da centravanti qual era mi ha insegnato un sacco di trucchetti del mestiere (ride, ndr). Ne approfitto per salutarlo e augurargli il meglio".

Con la maglia del Parma sfiorò anche l'esordio in prima squadra, al Tardini contro l'Inter.
"Sì, me lo ricordo bene. Fui convocato e vincemmo 2-0. Nell'Inter c'era Medel, uno dei miei idoli, e fu incredibile affrontarlo da avversario. A un certo punto mi sarebbe piaciuto alzarmi dalla panchina ed entrare in campo...".

Magari in futuro, chissà.
"Dico subito che nell'Audax Italiano mi trovo benissimo, sia a livello umano che professionale. Tornare in Italia però sarebbe speciale. Delle questioni extra-campo mi obbligarono ad andarmene nel 2015, sarebbe stupendo avere una nuova opportunità in futuro. Ho anche il doppio passaporto cileno-italiano".

Intanto, quale messaggio vuole mandare ai suoi ex compagni nella stagione del grande ritorno in Serie A?
"Devono continuare con quello stesso spirito che li ha riportati ai massimi livelli in soli tre anni. Il Parma, per blasone e importanza, merita di stare a vita in Serie A e lottare per le posizioni che contano. Mando un grande abbraccio dal Cile alla squadra e alla società, forza Parma!".

© Riproduzione riservata

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

L'apertura di Tuttosport: "CR7 non basta. Grande Lazio" "CR7 non basta. Grande Lazio". Questo il titolo in prima pagina dell'edizione odierna di Tuttosport. La Juventus è stata battuta ieri sera all'Olimpico dalla Lazio, incappando nella prima sconfitta stagionale. Decisivi i gol di Luiz Felipe, Milinkovic-Savic e Caicedo che hanno ribaltato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510