HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

La Giovane Italia
Serie A

ESCLUSIVA TMW - Dombrowski (Bild): "Rebic ora è da Milan. Kostic, no all'Inter"

12.09.2019 16:38 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 7889 volte

Nelle ultime battute del mercato estivo il Milan ha chiuso il colpo Ante Rebic dall'Eintracht Francoforte. Un attaccante molto cresciuto rispetto alle precedenti esperienze italiane che potrà offrire nuove soluzioni offensive a Giampaolo. Per parlare dell'arrivo del croato in rossonero, e del contemporaneo passaggio di André Silva in Germania, TMW ha contattato il collega di SportBild Lukas Dombrowski, giornalista molto vicino alle questioni di casa Eintracht.

Hai seguito Rebic da vicino nella sua esperienza con la maglia dell'Eintracht. Credi che lo scambio con André Silva sia stato una buona operazione per il Milan?
"Direi proprio di sì. Rebic è un attaccante atipico, cerca spazi sulla fascia e aiuta la squadra a centrocampo, ma nelle sue corde ha anche buon dribbling e finalizzazione. A volte sembra un personaggio un po' difficile, imprevedibile. Per esempio a volte l'ho visto scendere in campo con scarsa motivazione, dimenticandosi di difendere o di pressare alto e pensando più a discutere con l'arbitro. Ma dall'altro lato l'ho anche visto scendere in campo con ferocia, correndo dietro ad ogni pallone, attaccando alto gli spazi e provando a trascinarsi dietro la squadra. Quindi considerando l'operazione con André Silva, che non era propriamente un titolare in rossonero, credo sia stata una buona operazione per il Milan".

Nel suo trascorso in Italia, con Fiorentina e Verona, ce lo ricordiamo come un giocatore talentuoso ma forse ancora acerbo. Come e quanto è migliorato nei tre anni di Bundes?
"E' migliorato tantissimo, soprattutto grazie a Niko Kovac che gli ha insegnato tanto su ciò che serve per giocare a certi livelli. Non gli importa contro chi gioca o che tipo di partita è. Per esempio ha offerto un grande rendimento contro il Bayern nella finale di Coppa del 2018. Ma pure in Europa League, penso alla recente sfida contro il Chelsea. La sua età, il suo essere acerbo, non sarà più un limite".

Il Milan di Giampaolo è partito da un 4-3-1-2 e ora sembra indirizzato verso il 4-3-3. Sono moduli giusti per le sue qualità?
"Sono schemi adatti alle sue abilità. L'unica cosa che non ama è giocare come unico attaccante di riferimento. In un 4-3-3 lo vedo come attaccante esterno o come falso 9. Ma probabilmente il 4-3-1-2 lo esalterebbe ancora di più: può giocare come seconda punta, muovendosi attorno ad un 9 tradizionale come Piatek. A Francoforte però ha giocato anche alle spalle dei due attaccanti fornendo spesso buoni assist".

Nei giorni scorsi hai scritto dell'interesse dell'Inter per Kostic, esterno mancino dell'Eintracht, durante la scorsa estate...
"L'offerta dell'Inter di cui ho parlato è stata confermata da due fonti, quindi è un fatto. Ma il club e lo stesso Kostic hanno concordato sul fatto di non intavolare trattative quest'estate. Ma in vista del prossimo anno, a Francoforte, sanno tutti che difficilmente potrà restare ancora se il rendimento dovesse mantenersi a questi livelli. L'idea del club è quella di arrivare a una cifra ancora superiore rispetto alle offerte da 40 milioni arrivate nei mesi scorsi. Soprattutto quelle grandi squadre che giocano a 5 dovrebbero prendere in considerazione il suo nome".

© Riproduzione riservata

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Juve, Paratici e la corsa scudetto: "Atalanta può essere Leicester italiano" La Juventus si avvia al nono scudetto consecutivo? Ne ha parlato Fabio Paratici ieri ad Amatrice, ecco alcune parole riportate da Tuttosport: "Il campionato è lungo, l'Inter è la rivale più accreditata e penso che anche la gara di Milano sia stata importante per dimostrare a noi stessi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510