Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
esclusiva

Melis: "Cellino istintivo. Ed è il segreto del suo successo"

ESCLUSIVA TMW - Melis: "Cellino istintivo. Ed è il segreto del suo successo"
© foto di Christian Seu
mercoledì 05 febbraio 2020 15:08Serie A
di Gaetano Mocciaro

Massimo Cellino è fra i presidenti più controversi del calcio italiano. 41 allenatori diversi dal 1992 fra Cagliari, Leeds e Brescia. Una fama di mangia-allenatori confermata dai numeri e che gli ha portato anche quelche nemico. C'è chi però difende il suo modus operandi, come Giorgio Melis, ex tecnico delle giovanili del Cagliari e anche per un breve periodo allenatore della prima squadra, quando raccolse l'eredità di Massimiliano Allegri: "Per quel che mi riguarda Massimo Cellino è il miglior presidente che il Cagliari abbia mai avuto. Intuisce prima degli altri l'evolversi della situazione. È una persona straordinaria, capisce di calcio e se ritiene opportuno cambiare guida tecnica è perché intravede la possibilità di salvarsi. Diego (Lopez, ndr) ha tutte le carte in regola per far bene a Brescia".

Però il numero di allenatori che ha esonerato è di gran lunga superiore alla media
"Cellino è un istintivo. Se avesse ragionato troppo non avrebbe ottenuto quel che ha ottenuto in carriera. Lui si innamora della squadra, lo fa perché vuole bene al Brescia. Deve raggiungere l'obiettivo della salvezza e deve raggiungerlo in qualche modo. E lui sta facendo di tutto per arrivare a centrarlo. Gli aguro che ci riesca".

Non tutti gli allenatori sono dello stesso avviso
"Parlo per me e posso dire che è un presdente straordinario, che mi ha fatto crescere e con cui ho condiviso tante cose. È un conoscitore di calcio, c'è stato modo di scambiarsi opinioni in modo costruttivo. A Cagliari ha fatto un lavoro eccezionale lasciando anche in eredità la cittadella sportiva. Ho lavorato per anni nel settore giovanile e posso dire che ci ha dato un'identità incredibile".

© Riproduzione riservata
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000