Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
esclusiva

Saponara, parla il mental coach: "Raccoglie quanto seminato"

ESCLUSIVA TMW - Saponara, parla il mental coach: "Raccoglie quanto seminato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca
mercoledì 9 gennaio 2013, 18:40Serie A
di Gaetano Mocciaro
fonte Raffaella Bon - @raffaellabon

La notizia del giorno è l'acquisto di Riccardo Saponara da parte del Milan. Per conoscere meglio il talento attualmente all'Empoli abbiamo sentito Roberto Civitarese, mental coach del ragazzo. Ecco le sue parole a Tuttomercatoweb.

Ti aspettavi una crescita cosi da parte sua

"Riccardo è un ragazzo dotato di grande qualità tecnica. Lo conosco da 3 anni e fin da subito mi ha dato l'impressione di essere un giocatore destinato a palcoscenici importanti perché ha sempre lavorato con serietà e grande dedizione. Oggi sta raccogliendo meritatamente i frutti del lavoro di questi anni. Ci sono stati anche ostacoli nel suo percorso di crescita ma ha avuto la forza e la determinazione di affrontarli e superarli fino a diventare un giocatore ambito da club come Milan, Inter, Juve e Liverpool".

Qualsi sono state le doti per farlo arrivare subito alla ribalta?

"Gli addetti ai lavori riconoscono che Riccardo abbia grandi qualità tecniche ed enormi potenzialità di crescita. Oltre alle doti tecniche ha una capacità di ascolto e desiderio di apprendere cose nuove che lo aiutano a crescere come professionista e come uomo. A me ha sempre colpito una cosa: Riccardo non è mai pienamente soddisfatto delle sue prestazioni perché pretende da sé stesso sempre il massimo. Desidera andare oltre perché è consapevole di avere ancora molto da dare al calcio e ai suoi tifosi.

Cosa ti aspetti per lui ora?

"Prima di tutto mi aspetto di vederlo e di festeggiare (ride, ndr) A parte la battuta la notizia è sicuramente straordinaria, ma era nell'aria che qualcosa sarebbe successo. Riccardo sta disputando una stagione da vero protagonista in serie B tanto da attirare su di sé molte attenzioni. Nel suo processo di crescita e di maturazione questo è un enorme passo in avanti. Mi aspetto che Riccardo prosegua sereno questo percorso verso gli obiettivi che fin da subito si è posto".

Due squadre importanti detengono il cartellino Parma e Milan dove vedi meglio per lui la prossima stagione?

"Credo che la cosa importante per Riccardo sia approdare nella massima serie e mettere in campo le sue qualità. A Parma forse avrebbe maggiore serenità e meno pressioni ma la sfida di poter giocare in un top club come il Milan credo che prevalga su tutto. Riccardo ha tutto quello che gli serve per poter disputare un campionato importante anche in un club ambizioso e desideroso di vincere come il Milan".

© Riproduzione riservata