Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
esclusiva

Sonetti su Matri: "Sarà un colpo per il Milan"

ESCLUSIVA TMW - Sonetti su Matri: "Sarà un colpo per il Milan"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Alberto Lingria/PhotoViews
venerdì 20 luglio 2012 18:00Serie A
di Antonio Vitiello
fonte in collaborazione con Riccardo Casali

In questi giorni in cui si vocifera di un trasferimento di Alessandro Matri dalla Juventus al Milan, Tuttomercatoweb.com ha intervistato in esclusiva un allenatore che conosce bene l'attaccante, Nedo Sonetti. Il mister, che può vantare una cinquantennale esperienza nel mondo pallonaro, ha allenato il giovane attaccante durante la stagione 2005/06 a Cagliari.

Matri-Milan: è un binomio che può funzionare?
"Credo che Matri, avendolo allenato a Cagliari, sia un ragazzo serio e molto intelligente. E' dotato di un fisico straordinario, una grande volontà e una pazzesca voglia di affermarsi sui grandissimi palcoscenici. Se dovesse arrivare al Milan, farà sicuramente bene, come ha dimostrato nell'ultima stagione alla Juve. Certo paragonarlo a Ibrahimovic è un po' prematuro perché ne deve fare di strada, però ripeto se dovesse andare in porto il trasferimento al Milan, la società rossonera farà un ottimo acquisto".

Ma i tifosi rossoneri per usare un eufemismo non sono entusiasti di un suo arrivo al Milan?
"I tifosi e la critica lasciamoli perdere, io sto facendo un ragionamento tecnico. Lui nell'ultima stagione se fosse stato impiegato di più da Conte, sicuramente avrebbe sfondato la quota dei 16-17 gol stagionali. Quindi la sua stagione alla Juventus è stata positiva, ha segnato molto in relazione al minutaggio".
 
Il calcio italiano, visto i numerosi campioni che ci hanno abbandonato, è in crisi?
"Non lo so, la crisi è al livello europeo e  mondiale, non colpisce solo il calcio, che è un azienda come un'altra e dunque non può non risentire dei problemi della società. Detto questo, poco più di un mese fa siamo arrivati secondi all'Europeo, ciò sta a dimostrare che non è tutto da buttare nel nostro paese. E' quest'atteggiamento che mi urtica: noi siamo un popolo di disfattisti, popolo che ama oltremodo lo straniero. E invece bisogna guardare con ottimismo anche in casa nostra. E' vero ci sono state cessioni eccellenti, però i sostituti che arriveranno saranno sicuramente in grado di rimpiazzare i partenti. E' un fatto che accade ciclicamente nel calcio e non c'è di cui preoccuparsi".

© Riproduzione riservata
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000