HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2018/19?
  Barcellona
  Ajax
  Liverpool
  Tottenham

La Giovane Italia
Serie A

Europa League, gli 8 allenatori: Emery per il poker, Sarri per il riscatto

15.03.2019 09:00 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 4005 volte
© foto di Panoramic/Insidefoto/Image Sport

Otto allenatori in corsa per la gloria in Europa League: dal pluripremiato Emery alla sorpresa Trpišovský, passando per Carlo Ancelotti, abituato ad alzare coppe più nobili fino a Maurizio Sarri, la cui Europa minore potrebbe riscattare una stagione a dir poco complicata:

Unai Emery - Arsenal
Il re dell'Europa League: tre volte alzata con il Siviglia. Ci riprova con l'Arsenal dopo i fallimenti in Champions sulla panchina del Paris Saint-Germain. Ha tutto per arrivare fino in fondo: conoscenza del torneo, spessore tecnico della squadra e una rosa adeguata alle ambizioni. Unico possibile freno, una Premier League che toglie energie. E magari cambiare atteggiamento nelle partite in trasferta: con BATE Borisov e Rennes è stato possibile rimontare. Ora però il livello delle avversarie si alza. 4-2-3-1 il modulo prediletto.

Javi Calleja - Villarreal
40 anni, ha il Villarreal nelle vene. Ha fatto la trafila a livello di panchina fino alla prima squadra, condotta nel 2017-18 alla qualificazione in Europa League. È tornato al capezzale del Villarreal a fine gennaio, prendendo il posto di Luis Garcia e raccogliendo la squadra al penultimo posto. I risultati sotto la sua guida sono immediati e dopo un mese e mezzo di lavoro il submarino amarillo è riemerso ed è attualmente fuori dalla zona retrocessione. Tutto questo andando avanti in Europa League.

Maurizio Sarri - Chelsea
A 60 anni è alla sua prima esperienza all'estero da allenatore. Ed è come se valesse per sette anni. Da agosto in poi è successo di tutto: dal Sarri ball che ha convinto i tifosi dei Blues alle prime perplessità emerse dopo i primi risultati negativi, fino alla contestazione aperta del pubblico e all'ammutinamento di Kepa in finale di Carabao Cup. Toccato il fondo, Sarri e il Chelsea stanno pian piano risalendo. Difficile immaginare una sua conferma a fine stagione, ma una vittoria in Europa League potrebbe cambiare tutto.

Carlo Ancelotti - Napoli
"Preferisco la Coppa" è il titolo del suo libro, a specificare la sua preferenza per la competizione internazionale. De Laurentiis l'ha scelto proprio per portare il Napoli a uno step successivo. Sfortunato in Champions, l'Europa League è una competizione alla quale la squadra punta forte, nel trentennale dell'unico trofeo europeo vinto. L'esperienza del tecnico di Reggiolo, capace di alzare da allenatore 3 volte la Champions League, può fare la differenza.

Adi Hutter - Eintracht Francoforte
49 anni, il tecnico austriaco dopo aver vinto il titolo sulla panchina dello Young Boys, spezzando il dominio del Basilea, è riuscito nell'impresa di non far rimpiangere Niko Kovac, tecnico che ha riportato in Europa l'Eintracht. Nonostante le cessioni di Wolf e Boateng sta facendo faville sia in patria, nonostante a inizio stagione lo davano fra i candidati alla retrocessione, sia in Europa dove ha spazzato via Lazio e Marsiglia, fino a squadre di esperienza come lo Shakhtar e l'Inter. 3-4-1-2 il suo modulo preferito.

Marcelino Toral - Valencia
Ha riportato il Valencia nella dimensione europea dopo anni di delusioni. Gioca un calcio sobrio, tradizionale: 4-4-2 con due esterni di spinta e una fase difensiva molto attenta. Non a caso il suo Valencia ha la seconda miglior difesa della Liga. Il gol, con giocatori come Rodrigo, Santi Mina, Gonçalo Guedes e Gameiro, prima o poi arriva.

Jindřích Trpišovský- Slavia Praga
43 anni, allo Slavia Praga dal dicembre 2017. Presa la squadra in corsa, l'ha condotta alla qualificazione ai preliminari di Champions League. Attualmente primo in campionato, è l'autore della più bella favola di Europa League: una squadra in grado di eliminare niente meno che il Siviglia, ribaltando una situazione di svantaggio ai supplementari. 4-2-3-1 il modulo utilizzato.

Bruno Lage - Benfica
42 anni, è arrivato a stagione in corso cambiando la storia del Benfica in questa stagione. Il club più titolato del Portogallo era reduce da una pessima Champions League e un campionato dove era costretto a inseguire il Porto. Dal suo insediamento sono arrivate nove vittorie consecutive e un pareggio, con il fiore all'occhiello del successo nello scontro diretto proprio contro il Porto. Promosso dalla squadra B, ha pienamente convinto la dirigenza. 4-4-2 offensivo il modulo utilizzato.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

TMW - Palermo, intesa di massima con Delio Rossi: domani l’annuncio Un nuovo allenatore per il Palermo. Dopo l’esonero di Roberto Stellone, in arrivo Delio Rossi. Intesa di massima raggiunta, durata del contratto subordinata al raggiungimento della promozione in Serie A. Domani la firma e l’annuncio. Delio Rossi torna a Palermo otto anni dopo, con...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510