HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Italiane, chi va avanti in Champions League?
  Passerà solo la Juventus
  Juventus e Napoli
  Juventus, Napoli e Inter
  Juventus e Inter
  Juventus, Napoli e Atalanta
  Juventus, Atalanta e Inter
  Juventus, Atalanta, Napoli e Inter

La Giovane Italia
Serie A

Fiorentina, Milenkovic: "Ribery importantissimo. Sogniamo l'Europa"

17.10.2019 19:30 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 4888 volte
© foto di Federico De Luca

Il difensore della Fiorentina, Nikola Milenkovic, ha parlato ai microfoni di Radio Bruno Toscana in vista della ripresa del campionato. Queste le sue parole, con il serbo che è partito ricordando il finale della passata stagione: "Abbiamo sofferto troppo perché anche quando meritavamo di fare punti non ne abbiamo presi. Forse la squadra era troppo giovane e non siamo stati in grado di uscire da quella crisi. Noi abbiamo messo tutto in campo per fare risultato e fare contenti i tifosi. Alla fine tutto è andato per il meglio, per fortuna siamo qui e stiamo vivendo un nuovo inizio: siamo molto contenti di questo".

Com'è andato il cambio tra Pioli e Montella?
"Tutti gli allenatori hanno le loro idee e le portano con sé: noi dobbiamo metterle in pratica in campo. Entrami i mister sono brave persone, stanno molto vicino alla squadra: non mi piace fare confronti ma sia Pioli che Montella sono speciali per me. Vincenzo mi aiuta molto e io seguo sempre le sue idee".

Cosa pensa della nuova proprietà?
"Ci ha subito trasmesso tanto entusiasmo e a Chicago si è visto subito, appena sono arrivato: si vede che il presidente ha tanta voglia di far bene in questa città e con questa tifoseria. Non è frequente vedere una proprietà che sta così vicino alla squadra e noi di questo siamo molto contenti. Noi ci sentiamo ancora più forti quando loro fanno queste cose".

Com'è andato l'inizio di campionato con gare così difficili?
"Solo a Genova abbiamo sbagliato partita, nelle altre abbiamo giocato bene. Non avevamo paura del calendario a inizio anno, anzi. Volevamo fare bene e raccogliere i primi punti già all'inizio, sapendo che rispetto allo scorso anno siamo una squadra più forte. Eravamo molto arrabbiati con noi stessi perché per le prestazioni che abbiamo fatto meritavamo molti più punti. Poi le cose sono cambiate, con le prestazioni sono arrivati anche i risultati mentre prima non era così: le ultime vittorie ci hanno dato forza e confidenza".

Come si trova con la difesa a tre?
"Per noi è sempre lo stesso giocare a quattro o a tre: noi difensori siamo abituati a cambiare, anche a gara in corso. A tre mi piace molto giocare e per il momento sta funzionando".

Caceres vi sta aiutando?
"Sicuramente ci ha trasmesso sicurezza: è molto alto e si porta con sé tanta esperienza. Per la Fiorentina è un giocatore importante perché oltre alla sua forza in campo ci sta aiutando molto a migliorare. Dà molta sicurezza a tutto il reparto".

Si sente migliorato in zona gol?
"Sì, molto. Ogni volta che c'è un calcio d'angolo provo a inserirmi di testa e a cercare la palla. Rispetto all'anno scorso ci sono maggiori occasioni in area e anche io sento di essere diventato più cattivo. Uno dei miei obiettivi è quello di superare il numero di gol realizzato lo scorso anno, così come quello di migliorare in tutti gli aspetti".

Cosa pensa di Ribery?
"Ho esultato con lui con l'Udinese perché il gol che ho fatto è stato molto pesante: i friulani sono una squadra molto chiusa per cui sapevo bene l'importanza di quella rete, visto che era difficile trovare spazi. Franck è un campione, da quando è arrivato qui ha portato una mentalità vincente incredibile: la sua parola ha un peso molto importante nel nostro spogliatoio. Aiuta tanto noi giovani giocatori, ha un'esperienza incredibile perché ha vinto quasi tutto. Se fa gli scherzi? Certo che li fa, è uno dei primi a farli però quando si lavora è serio, è sempre il primo a lavorare da vero professionista. Sa bene quando è il momento di scherzare o di essere seri".

Vlahovic sta migliorando?
"Dusan ha fatto un'ottima preparazione in estate e anche se non sta giocando molto gli ho detto che deve avere pazienza perché il suo momento arriverà molto presto. E' un giocatore di qualità, che può cambiare la partita in ogni minuto. Purtroppo non è entrato in campo durante la partita con l'Udinese... poi però ho fatto gol e non è entrato. Gli ho anche chiesto scusa per questo (ride, ndr) ma è andata così. Lui è pronto e carico, vuole "spaccare" tutto e dimostrare a tutti quanto vale. Il suo momento arriverà".

Il vostro sogno è l'Europa?
"Certo, sarebbe bello conquistare questo traguardo ma come abbiamo detto a inizio stagione questa è un'annata in cui abbiamo bisogno di tempo per amalgamarci, sia in campo che nello spogliatoio. Sicuramente le cose andranno sempre meglio dopo queste vittorie ma sono convinto che col tempo le cose miglioreranno ancora".

Vi state preparando ad affrontare Balotelli?
"Ho visto qualche sua partita: prima di ogni gara mi preparo sempre su quello che sarà il mio diretto avversario, studiandone le caratteristiche. Balotelli è un giocatore di qualità che fa la differenza e che non deve essere mai perso di vista perché con una giocata può cambiare la partita. Dobbiamo essere concentrati per 90' per provare a vincere la partita, anche soffrendo".

Che rapporto ha con Firenze?
"Abito fuori dal centro perché mi piace molto la tranquillità: spesso in giro ci sono troppi turisti ma in centro vado quando magari devo mangiare a pranzo o a cena. Mi piace molto Firenze, mi piace vivere qui: quando sono andato in Nazionale ho sentito la mancanza di questa città. Pensare di restare a vivere qui un giorno è un po' presto però... ho appena 22 anni e devo ancora vivere la mia vita".

Siete felici che la società stia investendo su centro sportivo e stadio?
"Avere due strutture del genere sarà una cosa molto positiva per tutti i fiorentini e i tifosi viola".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 17 novembre PSG SU DYBALA. INTER, A DICEMBRE GLI AGENTI DI LAUTARO MARTINEZ IN ITALIA. SIRENE PER SKRINIAR. MILAN SU DEMIRAL, GENOA VICINO A TANKOVIC - C'è ancora il nome di Paulo Dybala sulla lista dei possibili prossimi acquisti in casa Paris Saint-Germain in mano al ds Leonardo. Questo almeno...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510