HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Serie A

FOCUS TMW - Inter, 814 milioni di debiti. Bastoni costato 31

21.11.2018 15:15 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 65104 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dall'anno prossimo l'Inter sarà, con ogni probabilità, libera dal fair play finanziario. Perché ogni anno i nerazzurri hanno dovuto cedere a prezzi esorbitanti i propri giovani? Perché la UEFA chiedeva una sorta di pareggio tra entrate e uscite, in ambito di calciomercato, altrimenti avrebbe potuto comminare pene, anche pesanti, tipo l'esclusione dall'Europa per una stagione. Probabilmente a giugno tutto ciò sarà risolto e, con l'arrivo di Marotta, ci potranno essere grandi investimenti. Il calciomercato sarà, quindi, finalmente slegato dall'egida UEFA: è per questo che un big può andarsene (40? 50 milioni? E chi sarà?) ma poi i soldi saranno reinvestiti. La solidità di Suning non è in discussione.

I DIRITTI TELEVISIVI - L'Inter è l'unica squadra italiana a non dipendere completamente dai proventi tv. Perché gli 80,2 milioni di euro non rappresentano nemmeno un terzo del fatturato netto, che ammonta a 286 milioni di euro. L'impatto di Suning ha portato nuovi ricavi commerciali: dai 47,6 milioni di euro dell'era Thohir a ben 131, soprattutto per l'espansione in Cina: i Regional Sponsor contribuiscono con 90 milioni. I ricavi da gare, in cinque anni, sono quasi raddoppiati: da 19,6 a 33,8.

I COSTI - Il personale è ben sopra il 50%, perché sono 156 milioni gi stipendi corrisposti ai proprio dipendenti. Tanti anche gli ammortamenti per i calciatori, circa 78 milioni, oltre a 69 di altri costi. Il valore della produzione finisce così in negativo di circa 17,7 milioni rispetto agli approvigionamenti, Invece il player trading è positivo di circa 10 milioni.

MONTE DEBITORIO - Non sono tutte rose e fiori per l'Inter, però, perché ci sono 230 milioni di euro di debito con Suning, più 300 di bond (emesso a dicembre 2017 con scadenza 2022) per rifinanziare e liquidare il prestito fatto ai tempi di Thohir. Probabilmente anche per completare l'acquisizione al 100% dall'indonesiano, con Zhang nuovo presidente, per 200 milioni. Positiva la situazione dei debiti con gli altri club, +21 milioni, ma c'è un'esposizione tributaria (13) e con i fornitori (72). In totale ci sono 814,7 milioni di debiti, comunque in positivo escludendo il bond che pregiudica la situazione: i crediti da altri club ammontano a 197, quindi in realtà sarebbero "solamente" 617.

PLUSVALENZE DA CHAMPIONS - La realtà è che l'anno prossimo l'Inter potrà incominciare a essere economicamente messa meglio, con parte dei soldi provenienti dalla partecipazione Champions che andranno a ripagare l'alto debito, probabilmente con accantonamenti in vista del bond del 2022. Capitolo diverso per le plusvalenze: Santon ha dato 9,5 milioni, Radu 7,6, Bettella 6,9, Vailetti 5,9, Murillo 5,9, Carraro 4,5, Zaniolo 2,6 e Nagatomo 1,8. Plusvalenze minime per Kondogbia e Jovetic, ma in entrata Bastoni è costato 31 milioni (solo 10,6 messi a bilancio Atalanta nel 2017, nel 2018 dovremmo trovare il saldo) cifra decisamente troppo alta.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Amoruso “Il derby per il Torino è la partita dell’anno, sentita dalla tifoseria e da tutto l’ambiente. Le tensioni sono notevoli. Per la Juve invece è una partita come tutte le altre, non è vissuta con le ansie della gente del Toro”. Così a TuttoMercatoWeb il doppio ex di Juventus e Torino,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->