Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

A scuola di Champions League

A scuola di Champions LeagueTUTTOmercatoWEB.com
giovedì 19 settembre 2019 00:17Serie A
di Andrea Losapio

Dal primo all'ultimo, da Simic a Barisic, avevano posto l'accento sull'esperienza. Perché poteva essere chiave in una partita come quella fra Dinamo Zagabria e Atalanta. Lo è stata per larghi tratti, soprattutto all'inizio. La partenza a razzo dei croati, preventivabile e probabilmente anche preventivata, ha colto di sorpresa i nerazzurri. Difficile capire qual è il problema: l'impatto con un Maksimir chiassoso, con l'urlo "Dinamo Dinamo" che risuonava molto più alto della musichetta di Champions League. Quella con un pallone che pesava, sembrava quasi medico, difficile da alzare.

SOLUZIONI TROPPO SEMPLICI - Alla fine della gara, in conferenza stampa, Gasperini ha difeso i propri giocatori, perché sarebbe troppo facile affermare che il problema fosse solamente mentale. Vorrebbe dire non avere bisogno di migliorarsi. Invece, da perfezionista qual è, incassa la batosta e cercherà di porre rimedio a un qualcosa di troppo brutto per essere vero, al quattro a zero senza giocare, soprattutto nel primo tempo. Serviva, forse, come Inter-Atalanta 7-1 di due anni e mezzo fa, quando poi la squadra infilò una sequela di grandi risultati.

RITMI TROPPO ALTI? Gasperini ha più volte detto che bisogna capire se è possibile proporre il suo calcio a questo livello. Però con il suo modo di giocare ha vinto contro Juventus e Inter. Ha distrutto l'Everton, ha fatto venire i brividi al Borussia Dortmund. Con il rispetto dovuto a una grande Dinamo, squadre con valori tecnici superiori a quelli croati. Qualcosa bisognava pagare, forse il pedaggio per la prima volta nella storia. Fra due settimane, però, sarà già decisiva contro lo Shakhtar, per non vedere svanire un grande sogno dopo due gare.

TMW News TMW News: Roma, l’idea Allegri per la panchina. Milan, la positività di Ibra
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000