HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Serie A

Speciale Copa America - Le stelle: il campione del Brasile gioca in porta

Fischio d'inizio stanotte alle 2.30 con Brasile-Bolivia. Tutte le gare in esclusiva su DAZN.
14.06.2019 20:30 di Ivan Cardia  Twitter:    articolo letto 10206 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Messi senza Neymar. La Copa América 2019 sarà l'ennesima grande occasione di Lionel Messi di dimostrare che può essere grande, anzi grandissimo, anche con la maglia del Barcellona. Secondo al mondiale 2014, secondo in addirittura tre occasioni nella massima rassegna sudamericana. A 32 anni, la Pulce ha forse l'ultima opportunità di alzare il trofeo con l'Albiceleste. E sarà privo della sua nemesi più naturale in ambito continentale: dalle stelle dobbiamo depennare infatti Neymar, fermato da un infortunio a un passo dal via.

Il campione del Brasile gioca in porta. Cosa più unica che rara. Se la Copa América sarà Brasile contro Argentina, o almeno è tale nell'immaginario collettivo europeo (anche se il Brasile non la vince dal 2007 e l'Argentina addirittura dal '93), la sfida tra le due superpotenze calcistiche metterà di fronte a Messi il portiere Alisson. Non potrebbe essere altrimenti: campione d'Europa con il Liverpool, l'ex Roma sarebbe stato la stella del Brasile anche con Neymar. Senza la "concorrenza" dell'attaccante del PSG, la vetrina è tutta sua.

Messi, Neymar, Suarez? L'uruguaiano del Barcellona, spalla dell'uno e non più dell'altro in blaugrana, è l'uomo in più della squadra allenata da Óscar Washington Tabárez. La stella dell'Uruguay, e non soltanto, è il campione meno mediatico, anche perché più antipatico, nelle stelle della Copa América. L'ha vinta nel 2011, viene dalla stagione meno prolifica a livello personale nella sua vita da giocatore del Barça e forse ha tenuto qualche cartuccia per la competizione sudamericana.

Cile permettendo: nelle quote, la Roja parte sempre dietro Brasile, Argentina e Uruguay. Poi però il Cile vince e le altre stanno a guardare. La stella, da queste parti, è Arturo Vidal, anche lui del Barcellona come Messi e Suarez, anche lui meno celebrato e celebrabile a livello mediatico, ma campione a tutto tondo. Si gioca con James Rodriguez il ruolo di campione outsider: il fantasista della Colombia è inseguito dal Napoli sul mercato, ma nel frattempo punta a rubare un posto al sole del Brasile.

E poi ci sono gli altri. Stelle dei rispettivi Paesi, magari non dell'intero continente: il Paraguay punta ancora su Oscar Cardozo, la Bolivia su Marcelo Moreno che insegue il record di gol di Botero. Il Venezuela ha il General Rincon e il Perù l'uomo che finalmente ci sarà, Paolo Guerrero; l'Ecuador ha un campione in fascia, Antonio Valencia. Ci sono anche il Qatar di Hassan Al Haidos e il Giappone di Shinji Okazaki. Una parata di stelle variopinta, all'inseguimento del trono di miglior giocatore del Sudamerica.

Le sfide della Copa America le puoi vedere su DAZN!
Il primo mese è GRATIS - CLICCA QUI: Iscriviti e Inizia a Guardare le partite 


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

FOCUS TMW - Brexit più vicina. Come cambiano Premier e calciomercato Nel Regno Unito tiene banco la questione Brexit. L'argomento è caldissimo visto l'accordo trovato ieri, dopo mesi di trattative, fra il premier britannico Boris Johnson e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker per l'uscita dall'Unione Europea. Ora resta solo l'ultimo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510