Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Torna la Bundes! Chi è Hansi Flick, l'uomo che si è preso il Bayern in pochi mesi

Torna la Bundes! Chi è Hansi Flick, l'uomo che si è preso il Bayern in pochi mesiTUTTOmercatoWEB.com
venerdì 15 maggio 2020 16:00Serie A
di Gaetano Mocciaro

Lo scorso 3 aprile il Bayern Monaco ha annunciato il rinnovo di Hans-Dieter Flick come allenatore fino al 2023. In cinque mesi il tecnico si è preso la squadra più forte di Germania, una delle potenze mondiali del calcio. Contro ogni pronostico, almeno da fuori.

Dopo il 5-1 subito contro l'Eintracht Francoforte, i bavaresi hanno esonerato Niko Kovac. Il Bayern era quarto in classifica, a 4 lunghezze dal Borussia Monchengladbach. Due sconfitte e 16 gol al passivo. Ha rimesso in pista la fuoriserie portandola spedita fino al comando e a un +4 sulla seconda in classifica, con un quarto di Champions in tasca (3-0 al Chelsea all'andata a Londra) e una semifinale di Coppa di Germania. I risultati non mentono: perché allora cambiare?

"Con lui il Bayern Monaco gioca un calcio entusiasmante" ha dichiarato il CEO, Karl-Heinz Rummenigge. Subito dopo il suo rinnovo è arrivata la firma della bandiera Thomas Muller: "Col cambio panchina e uno stile differente di gioco, tutto è andato per il meglio. Non solo ho giocato di più ma sono riuscito a mettere il timbro nelle nostre partite nuovamente". E si sa che le parole dei senatori hanno un peso specifico importante.

In definitiva Flick ha conquistato chi conta: la dirigenza e lo zoccolo duro dello spogliatoio. Partiva da una posizione di vantaggio, del resto: assistente del ct Joachim Löw per otto anni, ha condiviso con giocatori come lo stesso Muller e Boateng una lunga avventura culminata col Mondiale vinto nel 2014. Il suo apporto al commissario tecnico è stato fondamentale e coinciso con la parabola ascendente della Mannschaft. Flick era considerato il "cervello" dello staff.

Certo, entrare in un club così blasonato per un tecnico che non guidava una prima squadra dal 2005 non dev'esere stato semplice. Per Flick c'è un dettaglio a suo favore: l'aver giocato per cinque anni al Bayern. E aver fatto esperienza come assistente di Kovac nella prima fortunata stagione. Conosce il club, sa cosa vuol dire giocare per il Bayern, sa come affrontare la pressione.

Non si fa chiamare "mister". Per tutti è "Hansi". Lascia discreta libertà applicata a un approccio al lavoro comunque tedesco. Il suo approccio alla squadra è lontano dal militarismo di Guardiola ma nemmeno troppo rilassato come con Carlo Ancelotti. Un compromesso che ha portato qualcuno a paragonarlo a Jupp Heynckes. Il suo stile di gioco è aggressivo, ma non dimenticando l'organizzazione difensiva. Vincere al Bayern è qualcosa che viene dato per scontato e si chiede di più. E la sua filosofia è quella di intrattenere il pubblico: per la cronaca la sua partita d'esordio è stata un 4-0 nel Klassiker col Borussia Dortmund. Meglio di così...

Primo piano
TMW Radio Sport
TMW News TMW News: La Superlega, il progetto naufragato sul nascere. Atalanta, voglia di volare
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000