HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Serie A

Il Toro va sotto con la Pro Patria, poi rimonta: è 3-2. Giovedì c'è l'Europa

18.07.2019 17:43 di Emanuele Pastorella   articolo letto 9803 volte
Fonte: nostro inviato a Bormio

Il Toro saluta Bormio battendo la Pro Patria, ma soffrendo oltremisura. Dopo Bormiese e Merano, formazioni rispettivamente di seconda e prima categoria liquidate rispettivamente con 18 e 15 reti, i granata faticano non poco contro la formazione di serie C. Belotti e compagni vincono 3-2, in quello che è stato l’ultimo appuntamento prima dell’esordio in gara ufficiale: stasera il ritorno a Torino, poi il lavoro per l’Europa e per il preliminare del 25 luglio proseguirà al Filadelfia. Anche oggi il tecnico Walter Mazzarri ha fatto le prove di quella che, con ogni probabilità, tra una settimana esatta al Moccagatta di Alessandria sfiderà la vincente di Debrecen-Kukesi (stasera il ritorno, si riparte dal 3-0 dell’andata in favore degli ungheresi). E così, l’undici è sempre lo stesso: terzetto Izzo-Nkoulou-Bremer davanti a Sirigu, tridente composto da Iago Falque, Belotti e Berenguer, in mediana ci sono Baselli e Meitè in mezzo e la coppia De Silvestri-Ansaldi sulle fasce. I granata faticano ad entrare in partita, bisogna aspettare fino al 18’ per vedere il primo tiro in porta: è di Belotti, che con un’azione personale firma il vantaggio. Sembra il preludio ad un’altra passeggiata, invece il Toro inizia a rischiare. La Pro Patria non sfrutta due ripartenze in superiorità numerica, alla terza ecco il pareggio: i granata si fanno trovare sbilanciati, Parker con un bel mancino in diagonale fulmina Sirigu.

Per l’Europa serve altro – I circa 200 tifosi presenti a Bormio si aspettano un Toro diverso nella ripresa, Belotti e compagni invece faticano ulteriormente. E la Pro Patria passa incredibilmente in vantaggio dopo 5 minuti, quando su corner Mastroianni salta più in alto di tutti. I decibel delle urla di Mazzarri si alzano, i suoi ragazzi iniziano a far girare più velocemente il pallone. L’uno-due Belotti-Ansaldi riporta avanti il Toro, poi il tecnico comincia gli esperimenti: all’ora di gioco, spazio al 3-4-1-2 con Iago dietro al tandem composto dal Gallo e da Zaza, subentrato a Berenguer. Lo spagnolo gioca dietro alle punte per poco più di 10 minuti, poi Mazzarri decide di cambiare ancora e passare al 3-5-2 con la mediana Baselli-Lukic-Meité. Una traversa dell’ex Valencia rappresenta l’unica, vera occasione dopo che Belotti aveva riportato in vantaggio i granata. I campanelli d’allarme iniziano a suonare, anche se è pur sempre calcio d’estate. Ma giovedì, tra una settimana esatta, è tempo d’Europa: e lì non si potrà sbagliare.

TORINO-PRO PATRIA 3-2
Reti: pt 18' Belotti, pt 44' Parker, st 7' Mastroianni, st 11' Ansaldi, st 14' Belotti

TORINO (3-4-3): Sirigu (st 28′ Rosati); Izzo, Nkoulou, Bremer (st 27′ Djidji); De Silvestri, Meite, Baselli (st 37′ Millico), Ansaldi; Falque (st 27′ Lukic), Belotti, Berenguer (st 16′ Zaza). A disposizione: Gemello, Singo, Segre, Lucca, Kone, Enrici, Candellone, Garetto, Rauti, Fiordaliso, Rossetti. Allenatore: Mazzarri.

PRO PATRIA: Tornaghi, Marcone, Battistini, Lombardoni, Fietta, Ghioldi, Pedone, Spizzichino, Galli, Defendi, Parker. A disposizione (Entrati nel secondo tempo): Mangano, Cottarelli, Boffelli, Molnar, Brignoli, Mastroianni, Panesi, Molinari, Le Noci, Colombo, Angelina, Ferri. Allenatore: Javorcic.

Arbitro: sig. Dell'Oro di Sondrio. Assistenti: sig. Cattaneo / sig. Paredi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

FOCUS TMW - Brexit più vicina. Come cambiano Premier e calciomercato Nel Regno Unito tiene banco la questione Brexit. L'argomento è caldissimo visto l'accordo trovato ieri, dopo mesi di trattative, fra il premier britannico Boris Johnson e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker per l'uscita dall'Unione Europea. Ora resta solo l'ultimo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510