Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Inter, riserve non all'altezza. Per competere con la Juve serve migliorare (anche) la panchina

Inter, riserve non all'altezza. Per competere con la Juve serve migliorare (anche) la panchinaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
lunedì 06 luglio 2020 15:00Serie A
di Simone Bernabei

L'Inter si lecca le ferite, cit. Antonio Conte. Il ko contro il Bologna ha dato una spallata alle residue chance nella lotta Scudetto e più in generale alle convinzioni generali dell'Inter. I nerazzurri si trovano ora a -11 dalla vetta, divario che impone esami e valutazioni per tutti, "dal tecnico ai giocatori fino all'ultima persona che lavora all'Inter". Parole che prendiamo ancora una volta in prestito da Conte e che fotografano una situazione di valutazione in vista del prossimo anno.

Il focus è sulle alternative - Tante, troppe seconde linee non hanno dato le giuste garanzie. O meglio, non hanno reso come i titolari. Soprattutto dalla cintola in su. In difesa sarà da valutare la posizione di Ranocchia, anche se il suo profilo negli ultimi anni è servito soprattutto come collante all'interno dello spogliatoio. Il caso più spinoso è quello riguardante Godin: superato nelle gerarchie da Bastoni, l'uruguayano oggi è alternativa di lusso (visto l'ingaggio) che però mal si concilia con l'idea difensiva di Conte. Se arriverà una squadra disposta a pagare gli oltre 5 milioni del suo ingaggio, l'ex Atletico potrà partire (e quindi dovrà esser rimpiazzato).

Il centrocampo e l'attacco restano i nodi più intricati - Borja Valero è stato pubblicamente elogiato da Conte, per professionalità e rendimento. Ma a fine stagione il suo contratto si esaurirà e lo spagnolo dirà addio. Stessa sorte, probabilmente, per Vecino e Gagliardini: l'uruguayano, dopo un discreto impiego nella parte iniziale della stagione, è scivolato in fondo alle gerarchie, Conte vorrebbe altro nel ruolo. L'ex Atalanta, invece, continua a trovare spazio ma i tanti errori (alla luce del discorso precedente) porteranno l'Inter a fare delle valutazioni. I certi del posto sono Brozovic e Barella, mentre su Sensi permangono dei dubbi. Logico, insomma, cercare nuovi e più funzionali centrocampisti in ottica futura.
Quindi l'attacco: Lukaku è la base da cui ripartire, Lautaro Martinez anche soprattutto se il Barça dovesse defilarsi e il rinnovo prendere corpo. Il contributo di Sebastiano Esposito , nella seconda parte di stagione, sta venendo meno (partirà in prestito) mentre le prestazioni di Alexis Sanchez continuano ad essere altalenanti, fatto che rimanda i ragionamenti sul futuro nerazzurro del cileno. A prescindere, la sensazione è che in attacco servano almeno due importanti alternative che possano coprire le spalle al belga e all'argentino.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000