VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Serie A

Italia Anno 0: la Spagna e le seconde squadre. Dei Campioni di tutto

15.11.2017 13:00 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 8744 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Padrona d'Europa e del Mondo negli scorsi anni, la Spagna è certamente uno dei principali modelli da seguire per l'Italia. Le Federazioni, RFEF e FIGC, hanno avuto negli ultimi tempi entrate pressoché simili ma i risultati sportivi sono stati profondamente diversi. Questo grazie anche a una tematica da lungo discussa all'interno delle alte stanze del pallone nostrano ma che, ancora, fatica a trovare una sua definizione e realtà: le seconde squadre.

I campioni del Mondo e d'Europa - Un dato significativo ci fa tornare al Mondiale del 2010. Una rosa di 23 giocatori dove ben 20 erano passati dalle seconde squadre delle grandi spagnole. In quella Spagna, solo Marchena, Torres e Fabregas non avevano mai giocato in una squadra B.

Come funzionano le seconde squadre - La regola è semplice e chiara: la seconda squadra è possibile ma deve essere iscritta in un campionato almeno al di sotto rispetto a quello della prima. Banalmente: il Barça B non potrà mai andare oltre la Segunda Division. Non ci sono limiti di età e sono possibili, senza termini temporali, trasferimenti di giocatori Under 23 o Under 25 con contratto pro. Le squadre B, o anche C (nel caso di Barcellona e Real Madrid in particolare), detto della distanza dalla prima squadra, possono però retrocedere ma in caso di retrocessione della prima, scalano matematicamente nella serie inferiore.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Probabili formazioni

Primo piano

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 22 aprile UDINESE, ODDO VERSO L'ESONERO. CAGLIARI, SIRENE INGLESI PER BARELLA: CI PENSA IL LIVERPOOL. GENOA, BALLARDINI SUL RINNOVO: 'OGGI NON È IMPORTANTE". MILAN SU ASAMOAH DELLA JUVE, INTER TRANQUILLA E IN POLE - Dopo una serie di sconfitte l'Udinese ha deciso di cambiare allenatore. Massimo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.