HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Serie A

Juve, prove di allungo: Pjanic e Dybala titolari contro l'Atalanta

Dal corrispondente a Torino
14.03.2018 06:30 di Marco Spadavecchia  Twitter:    articolo letto 5411 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Un passo alla volta. Anche perché dei record a Massimiliano Allegri e alla sua Juventus non importa nulla. Nel mirino c'è solo il settimo scudetto consecutivo, dopo una lunga ricorsa verso il Napoli durata quasi una stagione intera. E ora che la vetta è raggiunta, l'unica cosa che conta è non mollarla. "Siamo in testa da poco, bisogna essere bravi a non mollare l'osso, facciamo un passo alla volta. Record? A me dei 102 punti non frega nulla, mi basterebbero anche 81 punti se fossero sufficienti per lo scudetto" ha precisato ieri in conferenza stampa l'allenatore bianconero parlando del match con l'Atalanta, in scena stasera alle 18 all'Allianz Stadium. Si tratta del recupero di campionato della sfida di due settimane fa, rinviata per neve su Torino. Una ghiottissima occasione per allungare a +4 sui partenopei. Contro una squadra, quella di Gasperini, che la Juventus conosce bene avendola affrontata già tre volte solo quest'anno. "Ha una rosa di livello, tutti giocatori fisici con buona tecnica" ha avvertito Allegri.

HIGUAIN O MANDZUKIC? - Se in HD o meno poco importa: sarà comunque una Juventus ad alta definizione, quella che scenderà in campo stasera contro la Dea. Perché tornerà Buffon tra i pali, insieme a Benatia in difesa con Pjanic e Matuidi in mediana. La miglior squadra possibile, insomma, al netto di infortuni e scelte obbligate: "Dybala ha bisogno di giocare, devo valutare Higuain e Mandzukic. Gonzalo ha preso una botta alla solita caviglia contro l'Udinese. L'unico che farà gli straordinari è Douglas Costa. Da verificare anche le condizioni di Alex Sandro, che ieri era affaticato". Fuori dai convocati Howedes a causa di un affaticamento agli adduttori della coscia destra. Oltre ai lungodegenti Bernadeschi e Cuadrado.

"NON CI SCANSIAMO" - Guai a dire scansopoli: Gasperini, presentando la partita contro i bianconeri, ha messo in guardia un po' tutti, Juventus compresa: "Noi non ci siamo mai scansati nelle tre competizioni, su questo non devono esserci dubbi. Giocando tre partite in una settimana, compresa quella di domenica a Verona, è normale cambiare qualche giocatore". Preparando il terreno per scacciare possibili polemiche, visto il dubbio relativo alla presenza di Gomez: "Alejandro ha un risentimento alla coscia, un postumo della partita di Bologna giocata su un campo molto pesante. C'è un caso Gomez? Ha avuto episodi sfortunati contro il Borussia e la Juventus in Coppa Italia: se fossero entrati quei palloni si parlerebbe di lui come di un campione straordinario".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

TMW - Foggia, in serata contatto con Delio Rossi: la situazione Ore calde a Foggia. La società è in riunione per decidere a chi affidare la panchina per il post Grassadonia. L’attuale allenatore infatti è sempre più vicino all’esonero. Salgono le quotazioni di Delio Rossi, previsto contatto in serata. Si lavora su un annuale con opzione. Rossi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->