VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Serie A

La solita (pazza) Inter: ok avanti, fragile dietro. Ma il bicchiere è mezzo pieno

Risultato finale: INTER-FIORENTINA 4-2
29.11.2016 07:15 di Francesco Fontana   articolo letto 8134 volte
Fonte: Milano - Dall'inviato allo stadio 'Giuseppe Meazza'
© foto di www.imagephotoagency.it

Serviva una grande, netta reazione dopo la figuraccia di Be'er Sheva. E reazione è stata, almeno in parte. Già un successo di questi tempi. Contro la Fiorentina l'Inter garantisce una prestazione positiva, che nella prima parte di match ha rievocato quella offerta contro la Juventus, quando l'allora squadra di Frank de Boer vinse in rimonta una gara elettrizzante e dai ritmi altissimi, con grande rabbia. Soprattutto. Proprio quella mostrata, seppur a tratti, ieri sera nel gelo del 'Meazza', davanti a un pubblico che pretendeva una risposta vera dopo una stagione decisamente negativa fino a questo momento.

Chiuso il capitolo europeo (con una delle eliminazioni più tristi della storia nerazzurra), la squadra di Stefano Pioli si è rituffata in clima campionato nel modo giusto. Concreta in attacco e con idee di gioco non indifferenti, anche se pur sempre 'zoppicante' in fase difensiva (il leitmotiv è sempre lo stesso). In ogni caso, l'Inter è scesa in campo obbligata al bottino pieno. D'altronde la classifica parla chiaro. Il tempo passa e le altre non stanno certamente a guardare. I bonus sono finiti e serviva assolutamente iniziare a correre per non uscire anzitempo anche dalla corsa per la Champions League. Un traguardo che resta comunque lontano, ma non già archiviato.

Positive le scelte del neo tecnico interista, che non ha rischiato Joao Mario (diffidato) in vista della trasferta (decisiva?) di Napoli, rilanciando al contempo Andrea Ranocchia a discapito di Jeison Murillo. Contro la Viola è stata confermata la consueta pericolosità offensiva (eccezion fatta per Ever Banega, deludente), mentre in fase di non possesso sono ancora troppe le lacune di una squadra che, nonostante i passi in avanti rispetto alle recenti uscite, dimostra ancora di avere dei palesi limiti psicologici.

Rimane infatti incomprensibile come i viola siano riusciti a rientrare in gioco in una partita già abbondantemente chiusa nella prima frazione, con il rischio 'beffa-pareggio' a un certo punto molto vicino. Ancora su questo, sempre di più, dovrà concentrarsi Pioli. Probabilmente l'ostacolo più grande da superare. Un Pioli che nel frattempo può comunque considerare il 'bicchiere mezzo pieno', guardando alla trasferta del 'San Paolo' con cauto, lieve, leggero ottimismo. Contro una gruppo, quello di Maurizio Sarri, chiamato per indole al possesso-palla e al dominio del gioco. E proprio per questo, chissà, la carta del contropiede potrebbe rivelarsi anche decisiva.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie

Primo piano

Champions League, Barça in difficoltà a 45'. Bayern avanti Sono terminati a Monaco e Londra i primi tempi delle sfide di andata degli ottavi di finale di Champions League: vantaggio di pochi minuti fa per il Bayern, che ha goduto di una carambola in area di rigore per passare a condurre contro il Besiktas, grazie anche al tocco finale di...
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
VIDEO - Udinese-Roma 0-2, la sintesi della gara Successo della Roma sotto il segno di Under, l'uomo del momento. Il turco, nella ripresa, apre le marcature con un esterno sinistro...
20 febbraio 1986, Berlusconi rileva il Milan salvandolo dal fallimento Il 20 febbraio 1986 Silvio Berlusconi acquista il Milan, salvandolo dal fallimento. La società era in arretrato di quattro mesi di...
RMC SPORT - Collovoti: "Cutrone top. Miranda mai una sicurezza" Arrivano consueti e puntuali, nel pomeriggio di Maracanà su RMC Sport, i Collovoti di Fulvio Collovati, che ha analizzato il turno...
GoalCar - Marilungo: "Bisoli numero uno,a Lecce e Cesena si vive bene" Diciottesima puntata di GoalCar. Siamo arrivati quasi al termine di questa prima stagione di Goalcar. Le ultime puntate saranno una...
Carlo Nesti: "La Serie A è meno allenante, ma teniamoci stretto questo duello Napoli-Juve. Altrove, i distacchi prima-seconda sono di 19 (GER), 16 (ING), 12 (FRA) e 7 (SPA) punti". Questo è il diario dei miei "pensieri", in formato "NES-tweet", a partire dall'inizio della stagione, e quindi dal luglio 2017 al giugno...
TMW RADIO - Scanner: Il calciomercato sempre più materia da contabili" Oltre il calcio giocato, oltre il calcio parlato, oltre la semplice apparenza... con l'avvocato Giulio Dini e Lorenzo Marucci, ospite...
L'altra metà di ...Luca Marrone Il calciatore del Bari, in prestito, dalla Juventus, Luca Marrone e la sua bellissima moglie Astrid Prete si sono conosciuti otto anni...
Fantacalcio, INFORTUNATI & SQUALIFICATI 26^ GIORNATA Aggiornato 20/02/2018  ore 20:00 ATALANTA in recupero: in dubbio: Cornelius out: Rizzo diffidati: Toloi squalificati: BENEVENTO
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 20 febbraio 2018

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi martedì 20 febbraio 2018.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.