HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

La Giovane Italia
Serie A

Lazio, en plein prima per arrivare all'Inter

18.09.2019 11:15 di Riccardo Caponetti   articolo letto 5856 volte
Fonte: Dall'inviato a Roma
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Sei punti in quattro giorni per arrivare alla sfida di mercoledì prossimo contro l’Inter con fiducia, consapevolezza e serenità. Se il match infrasettimanale di San Siro assume una discreta importanza, non da meno saranno le due gare che la Lazio dovrà affrontare domani e domenica, rispettivamente contro Cluj (ore 18.55) e Parma (ore 20.45). Appuntamenti ricchi di insidie e pericoli, tutt'altro che facili. Le scuse però stanno a zero: servirà fare en plein. Inzaghi ne è ben consapevole, così come lo spogliatoio, ancora scosso per il ko di Ferrara. La sconfitta contro la Spal ha provocato amarezza e delusione. Rabbia che i giocatori dovranno trasformare in carica e voglia già domani nell’esordio stagionale in Europa League in Romania. “Probabilmente non siamo ancora una grande squadra”, ha detto il tecnico nel post partita al ‘Mazza’. Una frase forte volta a provocare e dare un segnale a tutto il gruppo. Servono due vittorie per scacciare via i fantasmi di una mini-crisi, dovuta alle tante (troppe e ingiuste) polemiche di questi giorni. Sono finiti tutti nell’occhio del ciclone di una città in cui l’equilibrio è sconosciuto: da Inzaghi Milinkovic per l’atteggiamento con cui è subentrato, passando per Immobile, Lulic e Patric.

La reazione forse eccessiva è figlia dell’aumento di aspettative intorno alla Lazio. Tanto brillante e positiva contro Sampdoria e Roma quanto spocchiosa, svogliata e inconcludente contro la Spal. I più critici sostengono che l’inizio di campionato sia stato soltanto un fuoco di paglia, ma la realtà è ben diversa. Inzaghi è arrivato al 4° anno sulla panchina bianaoceleste e vuole raccogliere quanto di buono seminato in passato. Sa di essere già a un crocevia importante della stagione, che nel bene o nel male sarà uno spartiacque per molti. Avrebbe voluto giocare il giorno dopo il derby per quanto ha bruciato quel pareggio con 4 pali presi. Adesso verrà quasi accontentato perché si tornerà subito in campo. Domani il Cluj, domenica il Parma nel posticipo all’Olimpico. Servono 6 punti e poi si potrà pensare all’Inter di Conte.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Accardi “Cristiano Ronaldo e i 700 gol? Un bel traguardo, ma i numeri dicono che in Italia non rende come ha reso in Inghilterra e in Spagna”. Così a TuttoMercatoWeb l’operatore di mercato Beppe Accardi. Cristiano Ronaldo segna. Ma lei non cambia idea... “No. Mica ha fatto più di trentasei...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510