HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Serie A

Lazio, Radu in arrivo ad Auronzo: 3 motivi per reintegrarlo

14.07.2019 07:30 di Riccardo Caponetti   articolo letto 14364 volte
Fonte: Dall'inviato ad Auronzo di Cadore
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Chi aveva già preparato i titoli di coda, dovrà metterli da parte. Perché la storia tra Radu e la Lazio, dopo 12 anni, continuerà. Il sipario rimarrà aperto. È questione di ore, domani il difensore rumeno raggiungerà il resto del gruppo ad Auronzo di Cadore. Decisive le scuse del giocatore, che a metà della scorsa settimana si è presentato a Formello per chiarire con il direttore Tare. Lo strappo inaspettatamente si è ricucito, per la felicità di tutti i tifosi ma soprattutto di Simone Inzaghi . Ha spinto per questo il tecnico, voleva riavere il suo ex compagno a disposizione. È sempre stato uno dei suoi fedelissimi, ma oltre al rapporto personale con l'allenatore ecco altri 3 motivi per cui il suo reintegro sarà solo un beneficio per la squadra.

Il primo è tecnico. Ha 33 anni, non potrà garantire tutte le partite ma quando sta in forma, può ancora dire la sua. E allora, visto che la Lazio sarà impegnata su due fronti (tre se si considera la Coppa Italia), servirà una rosa il più possibile lunga e omogenea. Quando non partirà titolare, avere Radu in panchina come possibile cambio è sicuramente uno step in avanti rispetto alle stagioni precedenti. Un po’ come è successo nell’ultima finale di Coppa Italia.



Il secondo riguarda la sua esperienza. È un giocatore di personalità, con quasi 300 gare in A sulle spalle. Questo pesa, soprattutto perché potrà aiutare i più giovani a crescere: il nuovo arrivato Vavro (’96) e Luiz Felipe (’97). Ma esperienza anche a livello di ‘lazialità’: dopo 12 anni a Roma conosce a memoria le dinamiche di una città strana e di Formello. Sarà determinante per gestire le pressioni, insieme agli altri senatori come Parolo, Lulic e Immobile.

Infine c’è un motivo tattico. Oltre che essere mancino, Radu può ricoprire tre ruoli: difensore centrale nella linea a 4, laterale basso e centro-sinistra in un terzetto. Elementi così duttili, che concedono la possibilità di cambiare sistema di gioco anche a gara in corso, fanno sempre comodo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

LIVE TMW - Pallone d'Oro, i 30 finalisti: out Modric, ci sono Koulibaly e CR7 Si chiude qui il nostro LIVE sulla lista dei 30 finalisti per il Pallone d'Oro 2019 resi noti dalla rivista francese France Football, che coinvolge anche tre giocatori che militano nella Serie A italiana, come Cristiano Ronaldo e Matthijs de Ligt della Juventus, ma anche il centrale...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510