Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
live

Fonseca: "Sento la fiducia del club. Squadra non distratta dalle vicende societarie"

LIVE TMW - Fonseca: "Sento la fiducia del club. Squadra non distratta dalle vicende societarie"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
sabato 04 luglio 2020 16:48Serie A
di Dario Marchetti
Premi F5 per aggiornare a diretta!

16.40 - Obiettivo ripartire per la Roma di Fonseca che arriva allo scontro diretto per l'Europa League con il Napoli da due sconfitte consecutive (Milan e Udinese). Ancora assente Zaniolo per i giallorossi che dovrebbe rientrare tra i convocati entro una decina di giorni. Di seguito, invece, le parole del tecnico portoghese in conferenza stampa alla vigilia del match.

16.40 - Inizia la conferenza stampa:

Ogni volta che un centrocampista della Roma perde palla succede una catastrofe: i difensori si trovano in inferiorità a campo aperto e c’è tanto spazio per gli avversari. Sta pensando alla difesa a tre come soluzione?
"Come ho sempre detto, abbiamo lavorato sempre con due sistemi e possiamo giocare con la difesa a tre o a quattro. Però è quasi lo stesso. La marcatura preventiva non è stato un problema delle prime due preventive, lo è stato con l’Udinese ma eravamo con un giocatore in meno. Se vediamo la partita iniziamo sempre a tre, facciamo la marcatura preventiva con uno in più, ma avevamo uno in meno. Abbiamo rischiato di più nel secondo tempo, ma possiamo giocare con entrambi i sistemi".

Carles Perez e Mkhitaryan sono più avanti rispetto agli altri?

"Vediamo. E’ chiaro che Dzeko giocherà, Mkhitaryan è un’opzione forte, vediamo come starà Carles. Ha corso molto, vediamo come sta fisicamente perché abbiamo giocato solo due giorni fa. Sono opzioni".

La squadra ha smesso di giocare dopo le voci al 30 dicembre del passaggio di proprietà: c’è una relazione?
"No, nessuna relazione".

Crede che il suo bilancio sia in linea con le aspettative iniziali?
"Il bilancio va fatto a fine stagione. Abbiamo 9 partite e l'Europa League, non è il momento di farne".

Prima dell'Udinese aveva detto che la partita più importante era quella, cambiando però 8 uomini dicendo che doveva pensare anche al Napoli.
"Ho cambiato con dei giocatori della Roma, non ho messo giocatori che non hanno mai giocato. Ho fiducia in tutti loro. Come ho detto, l'allenatore non può pensare solo alla partita successiva, come ho spiegato ho pensato al Napoli. Ma ho cambiato perché ho fiducia in tutti".

Lei si è assunto le responsabilità del brutto momento. Sa indicare un errore specifico che pensa di aver commesso?
"Faccio sempre un'analisi dopo la partita. Quando vinciamo non è tutto bello e quando perdiamo non è tutto brutto, bisogna trovare soluzioni al problema che abbiamo. Questo devo fare".

È vero che i ragazzi le hanno detto di sentirsi stanchi?
"No, non è vero".

Sta pensando a qualche cambio di sistema?
"Come ho detto, abbiamo la possibilità di giocare con due sistemi. Vediamo domani".

Si sente in discussione? Le manca il supporto della società?
"No. l'ho sentito sempre, anche adesso, il supporto della società, del presidente e di tutto il club. Non mi sono mai sentito abbandonato".

Il presidente Pallotta le ha confermato pubblicamente la fiducia.
"È normale che quando non vinciamo siamo arrabbiati, io ero molto arrabbiato. È una situazione normale".

In queste prime tre giornate la Roma si è allungata col passare dei minuti. Da cosa dipende?
"Ho parlato dopo la partita contro la Sampdoria, dicendo che abbiamo avuto questo problema, la squadra non era corta. Penso che in queste due partite non sia stata un problema la lunghezza della squadra".

In questo momento di difficoltà cosa si sente di dire ai tifosi?
"Che dobbiamo lavorare. Non è un momento di pensare che sia finito tutto, dobbiamo lavorare. Ho sempre sentito il supporto dei tifosi, è normale non essere soddisfatti dopo queste due partite. Quello che dobbiamo fare è giocare per vincere, giocare con cattiveria per i nostri tifosi".

Sarà un Napoli molto diverso, che differenze ci sono con quello di Ancelotti?
"È una squadra con più fiducia, diversa da quella che abbiamo affrontato qui. Sta bene, sta giocando bene, hanno perso quest'ultima partita contro l'Atalanta. Mi aspetto una squadra forte, con voglia di vincere".

16.48 - Termina la conferenza stampa

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000