HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Suso, Piatek e Paquetà ai margini del Milan: chi dei 3 terreste?
  Suso, ha colpi che possono ancora aiutare il Milan
  Piatek, il Milan deve ritrovare i suoi gol
  Paquetà, serve solo la giusta collocazione in campo
  Nessuno dei tre, il Milan volti pagina

La Giovane Italia
Serie A

LIVE TMW - Hellas, Juric: "Veloso c'è. Amrabat gioca finché non muore"

Diretta scritta su TUTTOmercatoWEB.com. Premi F5 per aggiornare la pagina!
28.10.2019 14:15 di Luca Chiarini   articolo letto 6920 volte

13.40 - Alla vigilia della trasferta di Parma, il tecnico dell'Hellas Verona Ivan Juric incontra i giornalisti nella sala stampa del Centro Sportivo "Paradiso" di Peschiera del Garda. L'inizio della conferenza è previsto per le 14.

14.01 - Inizia la conferenza stampa.

Come sta Veloso?
"Recupera, sarà in campo. Ci è mancato sui piazzati, potevamo essere più pericolosi".

Qualcun altro mancherà?
"Quelli che c'erano ci saranno anche domani".

Il Parma è di un altro pianeta?
"Non fraintendetemi, sono rose che stanno da anni in A. Con il Sassuolo è stata la nostra miglior prova, il Parma è meno bello in un certo senso del Sassuolo, ma è una squadra tosta".

Come si fa a non concedergli campo?
"Con il Sassuolo qualcosa l'abbiamo concesso, per fare bene qualcosa dovevamo lasciarlo. Il Parma gioca diversamente, ma hanno una velocità davanti spaventosa. Proveremo a stare attenti per non subire in contropiede".

Quali squadre sono nel pianeta Verona?
"Tutte sono alla nostra portata, la squadra ha dimostrato di potersela giocare con chiunque senza alcun problema. Dico solo che in ogni momento non possiamo permetterci di essere sotto al nostro massimo. Quando siamo al top ci siamo".

Giocherà Stepinski?
"Non lo so ancora".

Come si combatte lo sconforto?
"Il più grande problema è focalizzarsi sulla finalizzazione. Bisogna concentrarsi su quello che si fa bene e non perderlo, il pericolo è perdere ciò che si dà per scontato. Bisogna avere fiducia e fare tutte le altre cose come le stiamo facendo".

Le concorrenti fanno punti.
"Lo sapevamo, ci rimane un po' di rammarico perché potevamo avere più punti. Soltanto con i pali. Ma è quello che è, dobbiamo continuare così, per me l'importante è che la squadra renda così. Non dobbiamo abbassare il livello".

È stato un Verona frenetico venerdì?
"No, loro hanno velocità in attacco. C'erano due o tre situazioni che potevano essere gestite meglio come palleggio, invece abbiamo perso palla. Abbiamo creato molto in vari modi, per questo mi sono piaciuti".

Le tue squadre segnano tanto?
"Penso di sì, a Genova segnavamo molto. Quando non crei ti preoccupi, noi creiamo molto con diversi giocatori, che possono fare gol. Manca la finalizzazione. Non so quale sia la causa, per me conta soprattutto la qualità. Le grandi squadre comprano grandi attaccanti, che finalizzano quello che crei. Tra i giocatori medi l'andamento può variare. Non voglio focalizzarmi troppo su questo, voglio che i ragazzi giochino con fiducia, sono convinto che la palla entrerà".

Con il Sassuolo ha giocato con un trequartista?
"Abbiamo fatto il 5-3-2, con Verre mezzala".

Si possono vedere due attaccanti da qui in avanti?
"È sempre più o meno lo stesso. Con due attaccanti puri non creiamo. Non abbiamo giocatori che creano per loro. Mi piace avere uno che crea un po', due così fermi davanti... Se hai Llorente e Tevez della Juve è un'altra cosa".

Zaccagni rende più da mediano?
"Ha sempre fatto lo stesso ruolo, che lui interpreta benissimo. Per quella posizione ha grandi vantaggi, si mette in una posizione dove non è facile accorciare su di lui. Partendo da dietro dovrebbe fare più fase difensiva, perdendo lucidità davanti".

Di Carmine come l'ha trovato?
"Mi è piaciuto molto. Ha retto bene, ha fatto cose da attaccante puro. Ha avuto palle gol, ha tenuto la palla aprendo contropiedi, mi è piaciuto in tante cose, poi è normale lo si giudichi in base ai gol".

Pessina meglio da regista o trequartista?
"Mi fa molto comodo, può fare il trequartista e può inserirsi. Sarebbe meglio per lui giocare nella stessa posizione, ma l'altro giorno mi serviva in quel ruolo e ha fatto bene. Sicuramente se giochiamo a due e mezzo è l'ideale per lui".

Pensa a qualche cambio?
"In difesa no, Dawidowicz ha avuto qualche problema, vedrò l'allenamento di oggi".

Amrabat riposa?
"No, finché non muore (ride, ndr). Ha problemi quando arriva dalla nazionale, ma non riposerà".

Tutino?
"Stanno tutti bene. Quando mi soddisfano i giocatori non stravolgo la formazione. Sta facendo bene, deve lavorare e sfruttare l'occasione quando gli si presenterà".

14.16 - Finisce la conferenza stampa.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

FOCUS TMW - Classifiche a confronto: vola la Lazio: +13. Tracollo Napoli: è -23 Classifiche a confronto dopo 20 giornate di Serie A. La Juventus capolista, che ha incrementato il suo vantaggio sull'Inter dopo l'ultimo turno, ha cinque punti in meno rispetto alla passata stagione. Saldo positivo per tutte le squadre dal secondo al sesto posto: spicca il +13 della...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510