HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

La Giovane Italia
Serie A

LIVE TMW - Milan, Gazidis: "Elliott vuole riportare il club in alto"

28.10.2019 16:47 di Antonio Vitiello  Twitter:    articolo letto 11198 volte
Fonte: inviato a Casa Milan

Alle ore 15.00, presso la sede sociale di Casa Milan, ci sarà l'assemblea degli azionisti del club rossonero nel corso della quale verrà discusso l'esercizio di bilancio chiuso il 30 giugno 2019 con il passivo consolidato di -146 milioni, come già emerso nel corso della passata settimana. Segui la conferenza live su TMW.

NUMERI NEGATIVI - L’esercizio di bilancio chiuso il 30 giugno 2019 ha fatto registrare un rosso consolidato da -146 milioni di euro, a fronte di perdite da -155 milioni. È il passivo più ampio nella storia del Milan. I numeri fatti registrare dal bilancio sono negativi in varie voci. I ricavi sono scesi del 6,1% passando a 241 milioni rispetto ai 255 del bilancio 2018. Diminuiti, nello specifico, gli introiti da sponsor, con l’addio di Telecom che è costato ben 4 milioni. In più sono lievemente calati quelli da stadio (dovuti all’uscita alla fase a gironi dell’Europa League) mentre sono saliti i ricavi provenienti dai diritti televisivi.

15.25 - Ritardo sulla tabella di marcia, tra poco inizia l'assemblea dei soci.

15.35 - Comincia l'assemblea dei soci, presiede Paolo Scaroni, presente anche l'ad Ivan Gazidis.
Prende parola Scaroni: "Presentazione del bilancio consolidato della società al 30 giugno 2019. Presente tutto il collegio sindacale, come rappresentante del consiglio d'amministrazione sono presenti Gazidis e Patuano, assenti tutti gli altri consiglieri. Presenti 53 azionisti all'assemblea. Perdita di 155 milioni milionidi euro, al fronte di un patrimonio netto di 123 milioni di euro. L'azionista ha iniettato nel Milan 265 milioni di euro sia a giugno 2018 che a giugno 2019. Inoltre si registrano 145 milioni di euro di perdite nel bilancio consolidato".

15.48 - Interviene il socio Filippo La Scala in nome dell'assemblea dei piccoli azionisti. : "Siamo rimasti molto sorpresi nell'apprendere che l'entità della perdita registrata al 20 giugno 2019 è ben superiore a quella dell'esercizio 2018, ed il cui livello era stato peraltro informalmente in termini assai minori. I ricavi hanno subito un ulteriore contrazione di 15,9 milioni e i costi hanno registrato un incremento ancora più significativo di 21,9 mln".

Ecco le domande poste dai piccoli azionisti all'amministratore delegato:
- Ha elaborato delle linee guida per gli investimenti destinati al rafforzamento della propria rosa dei calciatori?
- Ha condiviso con i manager demandati alla gestione sportiva un programma pluriennale, con budget e obiettivi definiti, di cui essi hanno assunto la responsabilità?
- Ritiene che la strategia di acquisire principalmente giovani atleti di prospettiva a prezzi ed ingaggi contenuti, sia ancora attuabile?
- Ritiene necessario con la propria strategia incrementare i proventi da player tradig, magari nel corso del corrente esercizio, anche operando cessioni importanti?
- Ha ragionevoli aspettative che si possa rinnovare il contratto con Emirates?
- Si è già attivato per ricercare il "name sponsor" del centro sportivo di Milanello?
- Quali iniziative ha intrapreso per incrementare i ricavi commerciali?
- Si considera soddisfatto dagli obiettivi raggiunti o ritiene che vi siano cambiamenti da attuare e miglioramenti da apportare?
- Ritiene che la propria comunicazione sia coerente con gli obiettivi?
- Sullo stadio, qual è la struttura societaria e finanziaria dell'operazione?
- In che modo lo stadio incrementa i ricavi della società?
- Esiste un piano B se non dovesse farsi lo stadio a San Siro?
- Sui costi, ha valutato quali correttivi apportare per i costi del personale?
- Alla luce dell'andamento dei primi 4 mesi dell'esercizio, il consuntivo finora registrato è in linea con le previsioni fatte?
- Sul FFP, conferma che la sua previsione di chiusura di bilancio al 30 giugno 2019 non rispetterà il limite di perdite imposte dalle regole del FFP?
- Quando stima che la società sarà in grado di rientrare nei parametri imposti dalla Uefa?

16.06 - Scaroni risponde sullo stadio: "Pensiamo di poter disporre di uno stadio di proprietà, moderno, potrebbe far aumentare i ricavi in modo sostanziale. I grandi club hanno ricavi da stadio di oltre 100 mln di euro, il Milan e l'Inter ne hanno 34 mln. Il gap rischia di essere la ragione per cui Inter e Milan non sono a livello delle altre squadre europee. Il piano B c'è, ed è sempre con l'Inter. Le sponsorizzazioni sono figlie dei risultati sportivi. Se nei prossimi tre anni soddisferemo le richieste dell'Uefa? La risposta è si".

16.15 - Parla ora Ivan Gazidis: "Sono un privilegiato e farò tutto quello che posso per riportare il Milan sulla strada giusta, sono convinto che possiamo raggiungere la meta se lavoreremo insieme. Riusciremo a ripristinare l'orgoglio del Milan. La visione di Elliott è chiara e audace, per riportare il Milan in alto e non metterci 10-15 anni per farlo. So che manca ancora tanta strada da fare, ci vorrà tempo e sarà difficile. Abbiamo più di 400 mln di fa in tutto il mondo, il nostro nome è ancora rispettato e riverito in tutto il mondo. Malgrado le perdite, ereditate, il club ha una forza finanziaria strutturata. Siamo riusciti ad investire 135 milioni tra le più alte in Europa, cifre enormi per questo club. Abbiamo preso persone che amano il club per ampliare le visione calcistica, ma tutti lavorano per migliorare. Vogliamo di più e l'inizio è stato deludente per questa stagione, Pioli avrà tutto il nostro sostegno. E' stato doloroso rimanere fuori dall'Eurooa, ma bisogna migliorare la squadra e tenere sotto controllo i costi, abbiamo una strategia chiara: ovvero investire nei giovani. Come per esempio Bennacer, Leao, Piatek e Hernandez, non significa che non investiremo nei leader di esperienza come con Higuain e lo faremo di nuovo se ci sarà l'occasione giusta. Maldini e Boban stanno facendo un ottimo lavoro, ma ci vorrà tempo. Se bruceremo soldi in giocatori in declino non solo avremo problemi dal punto di vista finanziario ma anche tecnico. I ricavi? Dobbiamo aumentarli, non si può fare da un giorno all'altro, questo richiede tempo e lavoro, abbiamo attuato un team di esperti per aumentare i ricavi, replicando modelli di business presenti in altri club. Abbiamo investito nell'infrastruttura del club, modernizzando il club per la crescita commerciale. Vogliamo dare al Milan lo stadio più bello del mondo. So che c'è scetticismo e paura, le perplessità aumentano se i risultati sportivi sono deludenti, ma l'impegno di Elliott è incessante e incrollabile".

16.33 - Il presidente Paolo Scaroni annuncia l'approvazione del bilancio dell'AC Milan.

16.45 - Torna a parlare Ivan Gazidis: "Ci aspetta una strada piena di ostacoli. Le persone qui si fidano l'una con l'altra, i media vanno alla ricerca di divisioni che non esistono. C'è sempre urgenza nel calcio, non mi sono nemmeno arreso per questa stagione, non è accettabile dire che non vogliamo vincere le partite. Non ho una tempistica per quando torneremo a vincere. Poi dobbiamo ragionare anche a lungo termine, se invece ragionassimo sul breve periodo sarebbe più semplice, invece bisogna ragionare nel tempo e prendiamo decisioni difficili. Ingaggio di esperti? Teniamo sempre sotto controllo il mercato, sempre con un occhio alla situazione finanziaria. Nel mese di gennaio non mi piace essere molto attivo ma a volte si rende necessario intervenire".

16.49. Finisce qui l'assemblea dei soci


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Un talento al giorno, Facundo Medina: un centrale di belle prospettive La Roma pensa al giovane argentino Facundo Medina, protagonista della Nazionale U20 e cresciuto nel River Plate. Il costo è già alto, considerando la sua età, circa 5 milioni di euro, ma Petrachi sta muovendo i primi passi per anticipare la concorrenza che cresce ogni giorno di più....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510